Agenda 21, sguardo al futuro col ricordo di Emilio Selvaggi


Il Forum di Agenda 21 rinnova le cariche, guarda al futuro ma tenendo ben saldo il ricordo di Emilio Selvaggi. Nessuna sorpresa, come ci si attendeva il presidente resta quello uscente, Venceslao Grossi. Votato in modo unanime, considerata anche l’assenza di altre candidature. Coordinatori dei vari tavoli sono stati invece nominati Carmine Di Capua, Stefano Del Monte, Barbara Taddei e Maura Talone. Lucia Berti ricoprirà invece la carica di segretario del Forum.

La riunione si è svolta il 22 febbraio scorso nella sala della presidenza del Consiglio comunale, a Palazzo Tescola. Il presidente, in apertura dei lavori, ha innanzitutto ricordato la scomparsa di Emilio Selvaggi, avvenuta il 14 novembre del 2016. Già presidente del Forum, ha guidato l’associazione ambientalista tra il 2009 e il 2013 e ne è stato tra i fondatori.

A seguire è stato ripercorso il cammino seguito dall’associazione negli ultimi mesi di attività. Un lavoro – fanno sapere i responsabili di Agenda 21 – svolto «sempre seguendo il metodo della governance dei processi partecipativi, nel continuo rapporto con i cittadini, con i portatori di interesse e con le istituzioni locali».

Sono stati posti anche obiettivi per il futuro, in particolare in riferimento all’Agenda Onu 2030. Più attenzione – è stato anche proposto – dovrà essere rivolta alla scuola garantendo ad esempio conferenze con i giovani.

Share this post