La grana dei manifesti elettorali. Il Pd: «Noi estranei»


La denuncia fatta in Consiglio martedì mattina non poteva passare inosservata. La grana dei manifesti elettorali affissi – secondo il racconto del consigliere di maggioranza Domenico Villani – utilizzando un veicolo comunale, trova la reazione immediata del Pd. L’antefatto: l’altra mattina il consigliere ha raccontato in aula delle voci giunte a proposito di un utilizzo sospetto di un mezzo dell’Azienda speciale di Terracina. Ipotesi subito ripresa dal presidente del Consiglio Gianfranco Sciscione e dal sindaco Nicola Procaccini. Che hanno chiesto di estrapolare le immagini delle telecamere di videosorveglianza del Comune e di valutare la possibilità di coinvolgere le autorità competenti.

Il segretario del Pd Daniele Cervelloni scansa ogni dubbio. «Ci tengo a chiarire che il Pd locale è estraneo a questi fatti nella maniera più assoluta. Respingiamo con forza ogni ulteriore illazione in tal senso. Laddove quanto affermato venisse comprovato, condivido l’opportunità di perseguire i colpevoli e sede giudiziaria e al contempo, chiedo espressamente alla Direttrice dell’Azienda Speciale, Carla Amici, di avviare da subito una inchiesta interna per verificare la veridicità dei fatti affermati».

Share this post