Zicchieri eletto alla Camera, effetto Lega e promessa: «Lavoro per il territorio»


Ci dice che «non ha ancora realizzato» quando, a poche ore dall’ufficialità dei dati, dopo una notte trascorsa fra buone sensazioni e strette di mano, lo contattiamo per avere una reazione a caldo. Francesco Zicchieri, terracinese, fin da giovanissimo impegnato nella politica locale, è stato eletto a pieni voti a Frosinone. Ha goduto dell’effetto Lega e rappresenterà anche la città pontina nella Camera dei deputati. Ha ottenuto più di 60mila voti, 60.096 per l’esattezza, tutti quelli della coalizione di centrodestra che a Frosinone ha proposto al collegio uninominale Zicchieri, anche nel suo ruolo di coordinatore regionale della Lega per Matteo Salvini premier.

«Un’emozione indescrivibile» ci dice. «Avevamo buone sensazioni già dagli ultimi giorni di campagna elettorale». Ma forse nessuno, neanche gli addetti ai lavori, si aspettavano un exploit del genere. «Per prima cosa voglio ringraziare tutti i cittadini ciociari che mi hanno accolto fin dal primo minuto. Per loro mi batterò per rilanciare un territorio che ha bisogno di politiche serie». E poi c’è il pensiero a Terracina, alla sua Terracina. Dove vive con la sua famiglia, dove è nato e cresciuto politicamente. Da consigliere comunale ad assessore e, oggi, ancora in Consiglio comunale prima dell’elezione alla Camera. «Non lascerò il mio territorio, mai. Sarò presente, in prima fila con i miei concittadini, ad affrontare i problemi e le tematiche».

Se c’è qualcuno a cui dedicare questo risultato? «A tutti coloro che hanno lavorato con me, fianco al fianco, e non soltanto nelle ultime settimane ma negli anni» risponde Zicchieri. «Abbiamo fatto qualcosa di incredibile, portando un piccolo partito a uno schieramento fortissimo. La crescita è dovuta alla nostra capacità di parlare tra la gente, di ascoltarla, di proporre soluzioni concrete ai loro problemi». Anche a Terracina la Lega ha raggiunto risultati insperati. Alla Camera ha ottenuto 4.609 preferenze, pari al 19,95%. Solo 400 voti in meno di Forza Italia che da anni è lo schieramento più votato e quasi il doppio delle preferenze di Fratelli d’Italia che a Terracina guida l’amministrazione comunale col sindaco Nicola Procaccini. Insomma, un risultato eccezionale da più punti di vista.

 

 

Share this post