Piogge e temporali, l’Appia sud resta chiusa. Slitta la fine dei lavori a Pisco montano


La notizia era nell’aria già da tempo, il timore c’era. Alla fine la stangata è arrivata. I lavori di stabilizzazione geomorfologica delle scarpate di Pisco Montano, via delle Cave sull’Appia, si allungano. Colpa della pioggia che per un paio di settimane ha impedito il regolare svolgimento degli interventi. Questo significa che la chiusura dell’Appia, ingresso sud del centro urbano di Terracina, andrà avanti. Fino al 27 marzo almeno. O comunque – si legge nell’ordinanza della polizia locale – fino a ultimazione dei lavori. Il che significa che se le opere saranno concluse bene, altrimenti si prosegue a oltranza.

E c’è chi prevede già il pericolo di una Pasqua e Pasquetta con imbocco della Frosinone-Mare e Appia chiusi. Senza parlare della situazione del ponte del Sisto. L’ordinanza firmata dal comandante della polizia locale Michele Orlando parla chiaro: «le avverse condizioni meteorologiche intervenute hanno determinato un oggettivo ritardo nei tempi di esecuzione dei lavori previsti». Ciò inevitabilmente comporta una proroga della chiusura dell’Appia, nel tratto compreso tra la ex Torre Gregoriana e Porta Napoletana.

Inizialmente la riapertura della strada, chiusa dal 19 febbraio scorso, era fissata per il 15 marzo. Tutto slitta di un paio di settimane, quindi. Con tutti i disagi che questo comporterà per residenti e attività commerciali della zona. Anche per i pendolari rimarranno le disposizioni vigenti in questo periodo: i bus di linea si recheranno a sud passando per la galleria Monte Giove, allungando quindi il proprio tragitto.

Share this post