Coste divorate da mareggiate ed erosione, Tripodi: «La Regione faccia il suo»


Non è soltanto colpa delle mareggiate. No, c’è anche una precisa responsabilità politica. Il consigliere regionale del Lazio in quota Lega, Angelo Tripodi, lancia accuse dirette al governatore Nicola Zingaretti. Accusato di immobilismo, di incapacità di decidere per il bene di un settore – quello degli operatori balneari – ridotto sul lastrico. Tripodi ha anche preannunciato che presenterà una mozione per impegnare la giunta a mettere in campo ogni intervento possibile per la tutela del litorale laziale.

Il consigliere del Carroccio non le manda a dire. La stagione estiva è a rischio – afferma -. Le mareggiate hanno danneggiato negli ultimi giorni diversi stabilimenti, già fiaccati da Bolkestein e tasse. Tripodi intende convocare a stretto giro le associazioni di categoria per illustrare il progetto di frangiflutti, uno strumento che potrebbe almeno limitare il fenomeno dell’erosione costiera. L’obiettivo è anche programmare un serio intervento di ripascimento a favore delle coste più colpite, Sabaudia, Terracina, Gaeta, il Circeo. Ci sono finanziamenti europei a disposizione, basta intercettarli con progetti seri.

Share this post