Più collegamenti con la stazione di Monte San Biagio, integrato il piano dei trasporti


Più chilometri da percorrere con gli autobus per garantire un migliore collegamento tra polo dei trasporti di Terracina e stazione ferroviaria di Monte San Biagio. La giunta integra – per il solo anno 2018 – il programma d’esercizio del trasporto pubblico locale, approvato lo scorso febbraio. L’integrazione prevede che per il periodo dal 15 aprile al 15 ottobre, quindi per tutto il periodo più “caldo” dal punto di vista turistico, ci sia una percorrenza dei mezzi maggiorata di 85mila chilometri.

Al Cotri, il consorzio che si occupa della gestione del servizio di trasporto locale nel Comune di Terracina, viene riconosciuta la somma di 160mila euro, Iva compresa, per l’integrazione deliberata. Le spese saranno sostenute grazie al contributo riconosciuto al Comune dall’Aremol, l’Agenzia regionale per la mobilità. Alla quale il Comune si era rivolto con lungimiranza nei mesi scorsi.

Il servizio aggiuntivo è frutto di una lunga trattazione resa necessaria a seguito del crollo di un masso dal monte Cucca, a La Fiora, nel settembre di cinque anni fa. Da quando cioè la stazione ferroviaria di Terracina è stata chiusa per motivi di sicurezza e si è reso necessario integrare nel modo migliore possibile i collegamenti fra Terracina e la stazione più vicina, quella di Monte San Biagio.

Share this post