Leoni funerari, dopo le denunce spuntano i nastri di protezione


Adesso sì che i leoni funerari di via Salita Annunziata possono dormire sonni tranquilli. È bastato un nastro bianco e rosso, di quelli con cui si delimitano le aree sottoposte a sequestro, per segnalare la presenza delle sculture. Che, a dire il vero, ci sono da secoli all’ingresso del centro storico alto. Ma che mai come oggi sembrano essere in pericolo vista la loro posizione su un tornante, continuamente esposti agli urti delle automobili.

Più volte si è discusso della necessità di mettere in sicurezza quelle opere d’arte, che fanno parte del patrimonio storico e archeologico di Terracina. Eppure fino a oggi si è fatto molto poco, con l’inevitabile conseguenza che di tanto in tanto una botta ci scappa. Dopo le denunce degli ultimi giorni anche sui social network, ecco la soluzione: il nastro. Forse si può fare di più. Anzi, si deve fare di più.

Share this post