Fondazione per i beni culturali, è una rivoluzione per il patrimonio storico


Si è tenuta giovedì, nella sala “Abbate” del Palazzo della Bonificazione Pontina di Terracina, la conferenza stampa di presentazione dell’attività della Fondazione “Città di Terracina” e l’avvio della campagna di adesione dei soci. Presenti il sindaco di Terracina, Nicola Procaccini, il presidente della Fondazione, Agostino Attanasio, il rappresentante della Banca Popolare del Lazio (socio fondatore dell’ente) avvocato Carlo Palliccia e il direttore del Comitato Scientifico Paolo Cerilli. La Fondazione “Città di Terracina”, costituitasi nel novembre scorso, ha come finalità la promozione del patrimonio culturale materiale e immateriale. Le attività e le iniziative riguardano la valorizzazione e la diffusione della conoscenza di uno straordinario insieme di beni culturali, tradizioni e saperi che la storia ci ha lasciato in eredità, implicando, allo stesso tempo, un processo di crescita civile, sociale ed economica della città e del suo territorio.

La cultura è di tutti, la Fondazione cerca soci

“Con la decisione di dare alla città tale ente, l’Amministrazione Comunale ha colto nel segno – ha detto il presidente Attanasio –. Il profilo giuridico della Fondazione, partecipata da un ente pubblico e da un soggetto privato, punta su una significativa partecipazione di cittadini quali soci aderenti, il cui contributo sarà importante soprattutto dal punto di vista delle idee. La Fondazione intende promuovere un modello di cultura ad ampio prospetto, improntato sulla diretta correlazione tra i ‘beni’ propriamente detti, quindi cultura a livello generale, e i numerosi aspetti della vita sociale, ossia la cultura ‘viva’, quella della nostra città e del mondo che ci circonda. Cultura come fattore enzimatico del processo civile, sociale ed economico di Terracina, guardando anche ben oltre i confini cittadini. Desideriamo anche essere promotori attivi di una politica di sviluppo del turismo di qualità, non limitato alla sola stagione estiva, obiettivo che sta a cuore a tutti, in particolar modo agli operatori economici del nostro territorio”.

Attanasio ha poi illustrato il programma della Fondazione, prima tra tutte l’iniziativa che prevede la proiezione pubblica di uno storico lungometraggio del 1920 girato a Terracina e altre iniziative che riguardano il reperimento di audio-visivi d’epoca, il Comitato Scientifico, con le varie figure professionali che lo compongono, e il sito web www.fondazioneterracina.it (già online), che conterrà notizie, novità normative e materiali d’archivio di ogni genere che “racconteranno” la nostra città. “La Banca Popolare del Lazio è protagonista della vita di questa città da molti anni – le parole dell’avvocato Palliccia – Sono felice di sottolineare il contributo che la Banca fornisce al progresso sociale, culturale ed economico di Terracina, e lo fa anche attraverso questa Fondazione, per la quale auspico la piena e concreta adesione da parte di tutte le numerose realtà presenti su questo territorio”.

Procaccini: «Abbiamo l’ambizione di cambiare le cose. Una scelta per il meglio»

“Questa è la partenza di un progetto che è di tutti: l’ambizione di avere, come già accade in altre città, un soggetto istituzionale e dotato dell’agilità necessaria per muoversi su un terreno come quello della valorizzazione del patrimonio culturale – ha detto il sindaco Procaccini – Un progetto che ha radici lontane e che camminerà sulle gambe di uomini e donne di buona volontà. Questo percorso dovrà essere il più possibile condiviso e alimentato dai più vasti contributi, sia di idee, di esperienze, che economici. Tengo a evidenziare come questa Fondazione non sia proprietà di un’amministrazione, di un sindaco o di un partito politico, ma di tutta la comunità, che quindi può e deve sentirla come propria. Auspico un’adesione di quanti più soggetti, privati, associazioni, imprese possibili, poiché solo con un contributo e una partecipazione ampia e capillare, la Fondazione potrà svolgere al meglio il compito che le è stato affidato e raggiungere tutti gli obiettivi che sono stati prefissati”.

Share this post