IC Montessori e le discriminazioni territoriali


Scuola

Sale la protesta del Comitato dei genitori dell’Istituto Comprensivo Montessori di Terracina che sta perorando la causa di 41 famiglie le quali, pur residenti nel Comune di Fondi e precisamente in zona Borgo Sant’Antonio, frequentano l’Istituto Comprensivo Montessori logisticamente più favorevole rispetto a qualsiasi altra scuola di Fondi.

barbara marini. ic montessori terracina. anxur time

Barbara Marini. Dirigente  IC Montessori

Il problema riguarda il servizio di refezione scolastica ed in particolare il blocchetto dei buoni mensa che per i residenti di Terracina ha un costo di 45 euro, mentre per le 41 famiglie citate si parla di 102 euro, più del doppio. La questione di fondo è che il Comune di Terracina ha stipulato una apposita convenzione con San Felice Circeo e Sabaudia con questi ultimi due che cofinanziano il costo dei buoni pasto mensa per quelle famiglie che usufruiscono del servizio scolastico di Terracina. Cosa che non è stata attuata con il Comune di Fondi. Eppure il sostegno sarebbe appena di 10 euro annuali.

Va ricordato che giusto un anno fa, nella seconda parte di anno scolastico, la convenzione tra Terracina e Fondi è stata attuata. E’ un mistero che non sia stata rinnovata.

 

Share this post