Corradini: Terracina capofila per il rilancio del brand Riviera di Ulisse, così riparte il turismo


Gianluca Corradini, candidato sindaco nella coalizione di Forza Italia, interviene dopo una notizia apparsa oggi sui quotidiani che parla dello sviluppo del turismo.  “Sfogliando i quotidiani ho trovato significativa e opportuna la proposta di Antonio D’Ettorre, che, da operatore turistico, invita noi candidati sindaco a riflettere sullo sviluppo del settore. #LaMiaTerracina non può prescindere dal rilancio della politica del turismo. – afferma Corradini – D’Ettorre ha toccato alcuni temi che condividiamo e crediamo sia opportuno approfondire in un tavolo tecnico permanente che coinvolga le istituzioni, le associazioni di categoria e tutti gli operatori del settore. Solo attraverso il monitoraggio costante dei dati sulle presenze possiamo intervenire per migliorare la qualità dell’offerta. Intercettare le esigenze del territorio e fare sistema, infatti, non deve essere un esercizio che ci riguarda solo durante la campagna elettorale, ma dovrebbe essere un punto fermo per qualunque amministrazione che governi Terracina.

Altro punto fondamentale toccato da D’Ettorre, che è già inserito nel nostro programma, è quello legato al rilancio del brand Riviera d’Ulisse. Ho più volte ribadito che la collaborazione tra i Comuni è fondamentale, perché solo se cresce il comprensorio cresce Terracina. Fare sistema con le altre città della costa è importante per sviluppare concretamente la nostra vocazione turistica e per promuoverci al meglio ai turisti italiani e stranieri. Anche se la promozione turistica è delegata alla Regione Lazio, noi, come comprensorio e come Riviera d’Ulisse, possiamo essere presenti alle varie manifestazioni e fiere dedicate al settore, come per esempio Sermoneta che in questi giorni sta promuovendo il suo borgo alla Bit di Milano.

In questo progetto Terracina deve avere un ruolo da capofila, non dimentichiamo che la nostra città è la seconda della provincia per numero di esercizi commerciali nel settore della ricettività, abbiamo competenze e professionalità per invertire la tendenza per cui il nostro turismo oggi è caratterizzato dal cosiddetto “mordi e fuggi”.

Insieme agli altri Comuni dobbiamo formare un consorzio di promozione del comprensorio coinvolgendo associazioni di categoria, albergatori, commercianti, ristoratori, campeggiatori e balneari e sostenendo la Riviera d’Ulisse anche nelle sedi istituzionali.

Proprio per l’importanza di questi temi abbiamo intenzione di organizzare un convegno coinvolgendo tutti gli operatori del settore di Terracina e dei Comuni del comprensorio”.

Share this post