Aggressioni al pronto soccorso, la Uil vuole le guardie giurate


ospedale fiorini terracina

La Uil Fpl scrive al direttore generale della Asl di Latina per sensibilizzare i vertici aziendali sul problema della sicurezza negli ospedali. La lettera, a firma del segretario generale di Latina Giancarlo Ferrara, arriva a seguito degli ultimi episodi di aggressione avvenuti. Episodi che – si legge sul documento – sono «ormai all’ordine del giorno». «Le cause dell’acuirsi delle violenze verso gli operatori sono da attribuire anche all’esasperazione di un’utenza costretta a scontrarsi con una endemica carenza di risorse destinate alla sanità, che secondo una nostra analisi ammontano a circa 1.100 unità in meno grazie alle scellerate politiche di contenimento della spesa pubblica effettuate negli ultimi decenni».

Da qui, secondo il sindacato, l’aumento degli episodi di microcriminalità e violenza. «La Uil considera la sicurezza e l’incolumità degli operatori un elemento imprescindibile e soprattutto nei servizi di emergenza, perciò è arrivato il momento di arginare il fenomeno in modo serio e radicale attraverso la presenza di guardie giurate presso i maggiori pronto soccorso: Latina, Terracina e Formia».

Share this post