Al via il Blue Christmas, il Natale sul mare di Terracina


Sia pure con qualche giorno di ritardo a causa dei lavori in corso per il ripristino di viale della Vittoria dopo l’uragano, partono gli eventi del “Blue Christmas”, il Natale terracinese 2018, una celebrazione particolarmente significativa in considerazione proprio di quanto accaduto lo scorso 29 ottobre e più recentemente a causa dell’alluvione. A Terracina il colore blue del mare sostituirà il bianco della neve, ma resterà intatta la magia del Natale. Creazioni artistiche, mercatini, spettacoli e manifestazioni per grandi e piccini animeranno le zone più belle e antiche della città. Sulla spiaggia di levante, all’ombra del Tempio di Giove, dal 4 dicembre gli scultori dell’Accademia della Sabbia realizzeranno il Presepe di sabbia più grande d’Italia. L’inaugurazione dell’opera completata è prevista per il 14 dicembre, ma sin da subito sarà possibile ammirare gli artisti durante il lavoro di realizzazione delle sculture. Dal 7 dicembre sarà la volta dell’Ice Park, una pista di ghiaccio di 600 mq in Piazza Mazzini. Un luogo magico poter pattinare in libertà, prendere lezioni da maestri abilitati e assistere a spettacoli con le più grandi stelle del pattinaggio artistico. Da Piazza Mazzini e da via Leopardi si potrà poi accedere alla Foresta Incantata: divertimento e mistero per tutti coloro che varcheranno i cancelli illuminati dell’Area Chezzi. Non mancheranno gli appuntamenti anche in piazza Garibaldi che ospiterà, in otto occasioni tra l’8 e il 23 dicembre, mercatini di Natale ed eventi di intrattenimento per i bambini, come già accaduto lo scorso weekend in un assaggio di Natale. Sia in viale della Vittoria che in via Roma alle decorazioni si aggiunge la filodiffusione musicale con una selezione dei più celebri brani natalizi. Sul Centro Storico Alto, il cuore più antico di Terracina, scrigno di tesori culturali e archeologici inestimabili, si potrà assistere a dimostrazioni di scultura di arte presepiale, luminarie artistiche, estemporanee di pittura, laboratori di cucina, cori di Natale, giochi ed esibizioni di artisti tra i vicoli di Terracina Alta. Infine su Piazza Municipio, tutte le sere dal 18 dicembre fino all’Epifania, si potrà ammirare un suggestivo spettacolo di Video Mapping: artisti venuti dal futuro proietteranno sculture di luci sulla facciata del Palazzo Comunale. Un evento unico, ma che si ripeterà ogni ora, con il blue scuro delle notti terracinesi. Il giorno dell’Immacolata, momento in cui inizia ufficialmente il periodo natalizio, ci sarà l’accensione delle luminarie, quest’anno distribuite su tutto il viale della Vittoria a partire da piazzale Aldo Moro, passando anche per via Due Pini, fino a via Lungolinea, piazza XXV aprile e poi su in piazza Santa Domitilla e nella parte alta di Terracina. Un percorso non casuale, perché si tratta dello stesso percorso compiuto dall’uragano che ha violentato la città. Per questo, per raccontare come in poche settimane i terracinesi si siano prodigati nella ricostruzione della città, una mostra a cura della Fondazione comunale, racconterà attraverso le fotografie scattate dai cittadini i minuti immediatamente successivi al passaggio dell’uragano. Resta da aggiungere che le luminarie, le più belle di sempre, rimarranno accese fino al 15 gennaio, cioè ben oltre l’Epifania, per rendere più gradevole e attraente anche lo shopping post-natalizio. “Un programma volutamente ricco, notevolmente superiore alla previsione iniziale – dichiara il sindaco Procaccini – perché abbiamo bisogno di calore e vitalità dopo quanto accaduto nei giorni scorsi. Sono tante le associazioni che si sono adoperate per realizzare questo progetto. Desidero ringraziarle tutte, insieme ai media partner che hanno messo a disposizione i loro spazi di comunicazione per supportare il Natale terracinese. E grazie al project manager Anna Di Lallo e alla Omniares per il prezioso lavoro di ricerca di risorse e di organizzazione, che ci ha permesso anche di ottenere un prezioso contributo dalla Regione Lazio”.

L’assessore alla Cultura e al Turismo Barbara Cerilli sottolinea come “il Blue Christmas rappresenta una sfida nel quale crediamo fortemente tutti. Nei giorni successivi al disastro abbiamo cominciato già pensare al Natale come occasione per ricostruire immediatamente le strade, il volto e il tessuto sociale di Terracina. Se non avessimo reagito subito, se fossimo rimasti a lamentarci e a compiangerci avremmo fatto il male di questa città”. “Dal 29 ottobre – dichiara il consigliere con delega ai grandi eventi Andrea Bennato – non c’è stato un solo giorno in cui si siano fermati i lavori di sistemazione delle zone colpite perché, oltre all’urgenza, abbiamo voluto guardare al Natale. Oggi il Blue Christmas è ai nastri di partenza, con mille e una difficoltà che, certamente, non ci scoraggiano. Lanciamo in questi giorni i due ashtag #bluechristmasterracina e #torneraipiubella perché è giusto guardare con fiducia e serena determinazione al futuro”. “Puntiamo – conclude l’assessore Cerilli – ai colori, alle famiglie, ai bambini, a far apprezzare tutto il bello di questa città in una commistione di elementi naturali come il mare e la sabbia, con l’ingegno artistico dell’uomo quali le meraviglie culturali e la fantasia dei più piccoli. Aspettiamo tutti al Blue Christmas di Terracina per giornate di festa e rinascita”.

Share this post