Altri ponti pericolanti?


Mentre in questi giorni l’attenzione è rivolta completamente al caso Ponte Sisto, di cui i vari politici si scaricano a vicenda la responsabilità, La ProBadino, nella figura del suo presidente Arcangelo Palmacci, vuole segnalare la pericolosità di un altro ponte.
Il ponte e’ ubicato a 300 metri da Borgo Hermada, sulla strada comunale Capo dei Bufali, a servizio delle seguenti strade comunali, Via Migliara 57, via Macchiarella, via Migliara 56, via Pileria, Via Migliara 56 Via Risaia e la  stessa  Capo dei Bufali,  con un traffico giornaliero molto elevato, mezzi agricoli e Tir  che servono Aziende  con oltre 20 unità lavorative (Acanfora imballaggi)  Verdure Feragnoli  ecc.
Una struttura di importanza strategica, quindi, che, edificata negli anni ’30 dalla Bonifica, ha resistito  alla seconda guerra mondiale,  ma non resiste all’incuria dell’Amm. Comunale, rischiando di ritrovarsi nella stessa condizione che sta interessando il ponte del Fiume Sisto.


“E’ possibile che questo probabile ed imminente crollo del ponte non  sia stato notato da alcuno amministratore e tecnico comunale in sopralluogo nonostante la strada sia trafficatissima – ribadisce Palmacci, lanciando un nuovo grido di allarme per la salvaguardia di Terracina – Eppure questa amministrazione nell’insediarsi simpegnava a rappresentare le istanze delle periferie, proprio perché sono state determinanti alla loro vittoria. E’ possibile che mentre si progetta in che modo rimodulare una città come Terracina, non ci si impegna a preservare l’esistente? I due ponti in questione sono entrambi in periferia; e quanti sono in queste condizioni? È stato fatto un sopralluogo su tutto il territorio per una verifica generale?
Non dimentichiamo che le periferie sono una risorsa per l’intera città”.