Alunni alla Locanda dei girasoli, un’esperienza unica con uomini straordinari


Nella giornata del 5 dicembre scorso le classi dell’indirizzo sociosanitario ed enogastronomico dell’istituto professionale “Filosi” hanno vissuto una esperienza unica, emozionante presso la Locanda dei girasoli a Roma, ristorante didattico gestito dai ragazzi con sindrome di Down.

La Locanda dei Girasoli nasce con l’obiettivo generale di promuovere l’inserimento lavorativo di persone con sindrome di Down, nobilitando e dando dignità alla persona attraverso un percorso individuale, di formazione e di inserimento lavorativo. Lo straordinario progetto promosso dalla cooperativa I Girasoli è in piedi dal 1999 e nonostante nel corso della sua storia abbia dovuto affrontare numerose difficoltà, grazie all’impegno e alla dedizione dei ragazzi, ma anche al supporto di numerosi sostenitori, è riuscito a garantirsi l’autosufficienza. La Locanda dei Girasoli, amalgamando solidarietà e professionalità attraverso l’attivazione di percorsi integrati di formazione, è riuscita a creare posti di lavoro finalizzati all’integrazione lavorativa e territoriale, dando vita ad un esempio concreto di imprenditoria sociale vincente.

I ragazzi del Filosi sono stati accolti da Ettore, Edoardo e Emanuele Ragazzi con sindrome di down che hanno raccontato la storia del ristorante nato dall’idea di tre famiglie con figli down che hanno cercato di realizzare il progetto del dopo di noi, come dice Janes pensami adulto, quando disabilità e lavoro, inteso come realizzazione della persona, sono e diventano un binomio possibile.

«I nostri alunni – fanno sapere i responsabili della scuola – sono stati toccati dalla loro storia e sono stati felici  di aver vissuto tale esperienza che ha aperto ancora di più i loro orizzonti, hanno visto i filmati sulla Locanda, hanno fatto domande ai ragazzi che vi lavorano, hanno pranzato nella locanda ammirando i ragazzi la loro professionalità e la passione che mettono nel lavoro. Siamo andati via ricchi di emozioni e sperando che veramente ci si adoperi affinché questa bellissima realtà prosegua e dia lavoro e futuro a tutti».

Share this post