Anticipazione di cassa, il Comune bussa alla porta della tesoreria


Si torna a fare anticipazioni di cassa in vista dell’inizio del nuovo anno. Per legge, è possibile ottenere un’anticipazione pari ai 3/12 del totale delle entrate dell’ultimo bilancio consuntivo approvato, il 2017. Il totale è di 47 milioni di euro, quindi la quota massima da anticipare è di 11 milioni 855mila euro. La giunta comunale ha deciso di sfruttare questa possibilità perché – si legge nella delibera che autorizza la richiesta alla banca Unicredit – «si ravvisa la necessità di richiedere l’anticipazione a titolo cautelativo per ovviare a eventuali temporanee esigenze di cassa che potrebbero insorgere nel corso del corrente esercizio in relazione a possibili sfasamenti temporali tra fase di riscossione delle entrate e di pagamento delle spese comunali». Con questa premessa, l’esecutivo ha richiesto l’anticipazione di cassa per ottenere la liquidità necessaria. 

Share this post