Anxur Trenza: la poule scudetto è tua


Gregorio Altobelli capitano dell'Anxur Trenza

Impresa dell’Anxur Trenza. Vittoria contro Barletta e qualificazione alla poule scudetto. Alla prima stagione nel beach soccer, la società terracinese conquista il pass per i quarti di finale della Serie A. A giocarsi lo scudetto ci saranno dunque due formazioni terracinesi. Nel pomeriggio, l’Anxur è stata più forte delle squalifiche e del peso dell’incontro. Barletta è stata surclassata. Ora inizia il bello. Entusiasmo per i 15 punti conquistati nel girone centro nord: punteggio che vale il primo posto in coabitazione con Viareggio. Toscani favoriti dallo scontro diretto. Inzio brillante dell’Anxur Trenza che, orfana dell’allenatore-giocatore Roberto Pasquali squalificato, è andata per ben tre volte vicina al vantaggio ad inizio match con il solito scatenato Carmo. Il numero 10 pontino prima ha calciato di potenza, poi si è esibito in una splendida rovesciata, in ultimo ha lasciato partire un diagonale insidioso, ma in tutte e tre le occasioni ha trovato sulla sua strada un ottimo Stella che si è sempre opposto alla grande. I laziali premono e non lasciano campo agli avversari, il portiere Stefanini rimane praticamente spettatore, alza le braccia solo per festeggiare la rete meritata di Carmo che porta in vantaggio i suoi al 9′. Il primo tempo, praticamente tutto di marca Anxur, si chiude con lo spunto di Altobelli che comunque non cambia il risultato. Nella ripresa l’Anxur regala ancora spettacolo con Jordan che sale in cielo per arpionare un pallone a centro area, ma la traversa gli nega la gioia del gol a portiere battuto. Barletta prova a rendersi pericolosa con Zingrillo, anticipato al momento del tiro da un attento D’Andrè. Passano pochi secondi ed i pugliesi riescono comunque a raggiungere il pareggio con una punizione perfetta di Montenegro.

La parità però dura solo un giro di lancette perché ancora una volta Carmo trova la giocata riportando avanti i suoi a metà ripresa

Anxur Trenza pericolosa poco dopo con un bolide su punizione di Torres che costringe Stella alla deviazione miracolosa. A 2′ dal secondo riposo la rovesciata di Jordan strappa applausi ma si perde di poco sul fondo. La terza frazione di apre con un brivido per il Barletta che non riesce ad impattare l’incontro perché il colpo di testa di Montenegro sorvola il montante di un nulla. Le folate in attacco dei pugliesi non cambiano comunque l’inerzia dell’incontro, ci pensa lo spagnolo Torres ad allungare nel risultato al 4′ con una conclusione perfetta dalla trequarti. La parola fine sull’incontro la scrive Jordan a 2′ dal triplice fischio, regalando i biglietti per Catania alla formazione pontina.

 

BARLETTA-ANXUR TRENZA 1-4 (0-1, 1-1, 0-2)

Barletta: Persia, Curci, Zingrillo, Di Noia, De Lorenzo, Papagno, Stella, Montenegro, Riondino, Di Benedetto. All. Di Benedetto.

Anxur Trenza: Palmacci, D’Andrè, Torres, Morgera, Simonelli, Altobelli, Carmo, Opromolla, Foresi, Savarese, Jordan, Stefanini.

Arbitri: Taverna di Gorizia e Brando di Arezzo.

Reti: 9′ pt Carmo (A), 5′ st Montenegro (B), 6′ st Carmo (A), 4′ tt Torres (A), 10′ tt Jordan (A).

Note: Ammoniti: Stella (B). Espulsi: Zingrillo all’8′ tt per offese all’arbitro

Share this post