Aree di sosta per i camper, il Comune chiede aiuto ai privati


Il Comune cerca “aiuti” privati per risolvere la questione degli spazi da destinare alla sosta temporanea di camper e roulotte. Lo strumento è consentito da una legge regionale del 2007 e l’ente municipale, dopo anni di attesa, finalmente mette mano alla problematica e prova a risolverla. Come è noto, Terracina è presa d’assalto da camperisti e conducenti di caravan che sostano in aree non attrezzate: fra tutte il piazzale di Stella Polare al porto e l’area del quartiere Arene all’ingresso nord della città. Situazione, questa, a lungo tollerata ma che ha creato non pochi disagi per i residenti. Ora, comunque, si sta dando una soluzione. 

Gli uffici del settore Suap hanno pubblicato l’avviso pubblico rivolto ai proprietari di terreni in cui possano sorgere le aree attrezzate per i turisti. «Il Comune di Terracina – si legge nel documento – non possiede aree attrezzate né allo stato è in grado di individuare idonee aree da attrezzare per la sosta temporanea». Ci penseranno i privati, insomma. Sempre che qualcuno risponda all’avviso e sia disposto a dare un aiuto al Comune. Per partecipare al bando, i privati possono far pervenire la propria manifestazione d’interesse esclusivamente mediante posta elettronica certificata all’indirizzo posta@pec.comune.terracina.lt.it

Chi sarà considerato idoneo e in linea con le esigenze del Comune, otterrà il rilascio di un permesso di costruire temporaneo per interventi di realizzazione e gestione delle aree destinate alla sosta temporanea. Si sottoscriverà col Comune un’apposita convenzione. 

Share this post