Associazione geometri: parola al presidente


Intervista al presidente dell’Associazione Geometri Professionisti di Terracina, Candido Luzzi.

Cos’è e di cosa si occupa l’Associazione Geometri Professionisti di Terracina (A.G.P.T.)? “E’ un’associazione nata, nel 1979, dalla volontà di  gran parte dei geometri liberi professionisti della città (da qui appunto  ne deriva il nome).
Ad oggi, a seguito della modifica dello stato associativo, la nostra associazione raccoglie al proprio interno anche altre figure tecniche diverse dal geometra libero professionista.
Il nostro scopo è quello di essere un punto di riferimento per i tecnici della zona, sostenendo  ogni singolo associato facilitando il più possibile  la nostra vita professionale”.
Cosa intende per “sostegno ad ogni singolo associato  e facilitare la vita professionale”? “Innanzitutto l’associazionismo, in se per se, porta ad un confronto migliorativo per quanto riguarda la nostra vita professionale.
Come sostegno ad ogni singolo associato  intendiamo l’organizzazione di seminari e corsi di formazione, qui nella nostra città.
Questo è un tema di notevole importanza vista la continua evoluzione tecnologica dei nostri tempi, nonché  l’obbligo normativo di acquisire crediti formativi professionali  ogni triennio.
Per facilitare la vita professionale, invece, intendiamo una vera e propria cooperazione tra colleghi, con scambio di informazioni su eventuali problematiche ed un continuo dialogo con enti ed amministrazioni pubbliche”.
logo agpt
 
Quali obiettivi avete raggiunto fino ad ora? “Come consiglio direttivo, formato anche dai geometri Marco Veglianti (Vicepresidente),  Marco Quattrociocchi (Tesoriere), Sacchetti Daniele, Stefano Zannella, Mauro Scarabello e Guglielmo Bottoni, siamo in carica da meno di due anni ed a mio parere, anche se abbiamo ancora molto fare, abbiamo raggiunto obiettivi importanti.
Abbiamo organizzato un corso abilitante come certificatori energetici degli edifici, della durata di 80 ore, nonché altri seminari riguardanti la certificazione energetica degli edifici e l’edilizia sostenibile.
Abbiamo inoltre dato il nostro apporto all’Amministrazione Comunale per la stesura di alcuni importanti regolamenti, come quello sulle autorizzazioni allo scarico per gli impianti in sub-irrigazione (osservando che per le stesse era necessaria una  dichiarazione asseverata da parte di un geologo anzichè la relazione geologica) o il regolamento per l’installazione dei dehors (osservando che il limite dimensionale degli stessi fosse congruo in 32 mq anzichè i 20 originariamente  previsti).
Abbiamo inoltre organizzato incontri pubblici con il personale tecnico del S.U.E. di Terracina per chiarire  alcuni aspetti molto importanti per la nostra professione, come ad esempio la L.R. 21/09 (Piano casa) oppure le ultime modifiche che il legislatore nazionale ha apportato al D.P.R. 380/01″.
Quali obiettivi vi prefiggete per il futuro ? “Continueremo  il confronto costruttivo che abbiamo con l’Amministrazione Comunale , visto che ci sono ancora  importanti problematiche  da risolvere (pratiche di condono edilizio da definire, diritti di segreteria da ridimensionare) e cose da migliorare (accesso agli atti per i professionisti etc….)..
Continueremo inoltre  ad organizzare qui a Terracina  seminari e corsi formativi, sia per migliorare la qualità del nostro lavoro che per ovviare all’obbligo normativo dei CFP.
Personalmente, credo che continuando così  non possiamo  fare altro che migliorare e spero anche  di vedere, in ogni singolo iscritto, più senso di appartenenza alla nostra associazione”.

Share this post