Atlantide: La Compagnia del Mare


Dal progetto Disabilità in Movimento e dall’esperienza del laboratorio teatrale appena trascorsa, gli utenti e gli operatori del Centro Diurno Il Melograno portano in scena la seconda edizione dello spettacolo di fine anno. L’appuntamento è per il prossimo Venerdì 23 Giugno alle ore 21, presso La Pineta, con lo spettacolo intitolato “ATLANTIDE-La Compagnia del Mare”. Si tratta di un’esibizione teatrale e canora che unisce una storia originale a un profondo percorso di vita ed è frutto di un viaggio verso l’integrazione navigando sul mare.

Il tema della “disabilità in movimento” nasce infatti come un percorso di integrazione immaginato per annullare le distanze fisiche e psicologiche tra ciò che viene considerata “normalità” e quello che è considerato “diverso” o comunque “deviante dalla norma”.
L’autonomia, ad esempio, che rappresenta una delle dimensioni del concetto di integrazione, non può svilupparsi in assenza di stimoli, sollecitazioni ed esperienze attraverso le quali la persona disabile può sperimentare e affrontare situazioni nuove.
Tra le attività proposte dal progetto, il teatro rappresenta un’attività che mette al centro l’individuo e la sua modalità di esprimersi. Non solo la parola è la protagonista della messa in scena ma anche il corpo che si muove nello spazio, i gesti, la mimica e quindi anche il canale motorio. Attraverso la recitazione il disabile affronta situazioni anche complesse come esprimersi in pubblico, gestire le emozioni, superare la timidezza, inoltre stimola importanti funzioni cognitive come l’attenzione e la memoria.
L’importanza di questa esperienza basata sulla condivisione del progetto sta nel fatto che favorisce il mantenimento delle relazioni fra i componenti del gruppo teatrale, in questo caso formato dagli utenti e dagli operatori del Centro Diurno. Tutto questo veicola emozioni positive soprattutto perché il teatro è anche “gioco”, “fare finta” e, affinché il “gioco” riesca, è necessario farlo insieme.

Il laboratorio teatrale avviato lo scorso anno e coronatosi con lo spettacolo di successo tenutosi nella storica Piazza Municipio, ha rappresentato un trampolino di lancio che ha aperto la strada alla possibilità di continuare e ripetere l’esperienza. Anche quest’anno il laboratorio teatrale ha impegnato i ragazzi nell’apprendimento del repertorio della musica popolare e d’autore, integrando l’attività canora con l’approccio ai balli della tradizione popolare e alluso di strumenti a percussione. Queste attività di laboratorio e la realizzazione dello spettacolo conclusivo sono state possibili grazie alla collaborazione degli operatori del Centro Diurno con il Gruppo di Canto Popolare Mantice, presente nel progetto già dalla scorsa edizione, e con l’Associazione Matutateatro inserita, invece, in questo secondo anno di esperienza.

L’evento conclusivo delle attività sarà – ancora una volta – l’occasione per il pubblico di riconoscere concretamente la possibilità, per le persone disabili, di accedere a spazi normalmente riservati ai normodotati, mentre, per gli utenti del Centro Diurno sarà un’esperienza che arricchirà il loro percorso di crescita.

Con grandi aspettative sulla presenza di un folto pubblico i nostri speciali attori estendono l’invito ad assistere allo spettacolo a tutta la cittadinanza e, a sostenerli nell’ardua impresa della recitazione e del canto, non mancherà l’intervento augurale dell’Amministrazione Comunale e dell’Azienda Speciale Terracina.

Share this post