Autunno di successi per la Podistica Terracina


ASD Podistica Terracina. ANXUR TIME

Era decisamente attesa, in casa della “Podistica Terracina”, la stagione autunnale: quella dei colori caldi e dei temporali improvvisi; dei grandi contrasti e dei buoni propositi. Proprio con queste intenzioni hanno gareggiato e si sono fatti onore gli atleti terracinesi, raccogliendo una pioggia di piazzamenti nel “31° Trofeo della Vittoria”, disputato a Sermoneta il primo di ottobre, e nella mezza maratona corsa a Sabaudia.

In quest’ultima manifestazione, giunta ormai alla 16^ edizione, svetta la prova di forza di Vincenzo Di Girolamo. Grazie ad un’inarrestabile progressione, il nuovo asso della “Podistica” è riuscito a centrale sia la top ten degli assoluti, una vera impresa in una gara così prestigiosa, sia un secondo posto di categoria: premessa e promessa di risultati ancora migliori. Non poteva proprio mancare, nella scuderia di Egidio Pagliaroli, quest’ultimo fuoriclasse. Era infatti da tempo che il presidente guardava con attenzione e interesse al crescendo dei suoi risultati: un diagramma ascendente che ha già fatto di questa talentuosa promessa una certezza del podismo pontino.

In grande evidenza Marco Masci. Più che il settimo posto di categoria e l’eccellente riscontro cronometrico – eppure di grande pregio – valga per lui il merito di avere corso con questi ritmi a ridosso della gara di Triathlon, distanza olimpica, che ha messo in programma per la settimana prossima. È questa una multidisciplina davvero dura, che richiede un impegno pressoché totale e che suole premiare solo i più coraggiosi. In questa prossima sfida, al suo fianco, si misureranno anche altri due intrepidi atleti della Podistica: Fernando Fiore, al debutto in questa prova, e Raffaele Acanfora, non nuovo ad esperienze del genere, ma sempre alla ricerca di ulteriori limiti da superare.

patrizio iannarilli. ANXUR TIME

Patrizio Iannarilli

Ottima prestazione, ancora nella mezza di Sabaudia, per Patrizio Iannarilli, al traguardo sotto il muro dell’ora e trenta. A seguire, a pochi minuti, un terzetto di tutto riguardo: Maurizio Muccitelli, Tommaso Ramacci e Matteo Cimaroli. I tre compagni di allenamento, con la loro festosa allegria, hanno provato ad alleggerire il carico di sofferenza che una gara così impegnativa comporta.

Di poco sopra l’ora e quaranta, oltre a Giulio Colandrea e Paolo Sessa, due atleti ormai esperti e dalle notevoli potenzialità, anche Michele Castellano, che con questa grintosa prestazione ha salutato alla grande il suo debutto con i colori della nuova squadra.

Di assoluto rilievo anche il riscontro cronometrico di Piero Mangoni, che lascia ben sperare per un suo prossimo cambio di passo.

Bella prova, infine, per la rosa rosa (sia concesso il bisticcio di parole) schierata a Sabaudia dalla “Podistica”. Hanno tagliato il traguardo sorridenti, mano nella mano, come si addice alle persone dai buoni sentimenti come loro, Maria Rossella Baldasso e Federica Francioni, seguite, a una manciata di minuti, da Cinzia Bressan: perfetta figura di completamento di un terzetto di podiste che ha fatto dell’amicizia e del reciproco sostegno la comune strategia di gara.

Nel trofeo di Sermoneta, ancora in campo femminile, la splendida vittoria di Nataly Castrovilli ha dato la conferma di un meritato primato di categoria – che molti già sospettavano, ma che non aveva ancora trovato le giuste condizioni per rivelarsi – regalando momenti di grande emozione.

Romina D'Auria vince ad Anagni. Anxur Time

Romina D’Auria

Sempre alle pendici del castello “Caetani”, un Roberto Del Bono in versione scalatore ha centrato un eccellente secondo posto di categoria, a cui hanno fatto da cornice il 5° di Matteo Cimaroli ed il 6° di Paolo Sessa. A seguire, sempre in buona posizione, anche Maurizio Muccitelli, Giulio Colandrea, Quirino Brusca e Federica Francioni.

Continua, dunque, il percorso di crescita della “Podistica Terracina”, che ha posto tra i suoi obiettivi traguardi sempre più ambiziosi, nel segno della sua storica tradizione di successi e nel solco dei tanti trionfi dei suoi straordinari campioni. A proposito, il ritorno alle gare di Romina D’Auria è ormai prossimo: i più lo attendono con trepidazione; le sue dirette avversarie, comprensibilmente, con un certo timore!

 

 

Share this post