Avis, quando i genitori fanno la differenza


Il gruppo Avis sempre affiatato e partecipe

Lo scorso anno scolastico i genitori della “Giovanni Paolo II”, Sezione E hanno dato il via alla loro attività di sensibilizzazione alla donazione. Ad aprile per due volte, l’istituto ha voluto continuare tale attività ed estenderla a tutti i genitori dei suoi alunni, grazie anche all’aiuto del Dirigente Scolastico Maurizio Trani. La Giovanni Paolo II è stata la prima a promuovere una giornata di donazione, tra le scuole medie inferiori, elementari e dell’infanzia della nostra città. Ma non è finita qui perchè i genitori ed il personale scolastico, si stanno organizzando per ripetere questa esperienza anche domenica 1° giugno. Tale iniziativa mostra come molte persone vogliono provare o intraprendere un’ attività che possa essere di aiuto alla comunità. Sicuramente un ottimo esempio ed insegnamento per i bambini che osservano un loro maestro o un genitore prodigarsi a fare la differenza per altre persone, che purtroppo possono anche essere bambini della loro stessa età. Prossima donazione domenica 25 dalle ore 8.00.

Non scappate adesso

Alla vigilia dell’estate l’Avis di Terracina è costretta di nuovo ad intervenire in maniera energica per sensibilizzare gli avisini e l’opinione pubblica alla necessità di stimolare la donazione di sangue che in questo periodo diminuisce clamorosamente. L’appello della sezione terracinese del Presidente Bruno Maiello è forte è chiaro. Spesso durante la stagione estiva l’emergenza sangue proporzionalmente agli incidenti stradali. Ecco perché no bisogna mollare proprio adesso.«Noi ce la mettiamo tutta con il nostro impegno – ha detto Maiello – speriamo davvero di poter contare su tante persone. Al di là del calo delle donazioni in estate dobbiamo dire che come raccolta sangue siamo in ritardo rispetto al 2012 e 2013 e quindi abbiamo la necessità di aumentare il ritmo. Senza dimenticare che donare il sangue è un gesto straordinario».

Share this post