Azienda Speciale, il plauso di Avelli per il lavoro svolto


L’assessore ai Servizi Sociali Patrizio Avelli esprime “grande apprezzamento per il lavoro che sta svolgendo in questi mesi complicati l’Azienda Speciale e il mio pieno sostegno contro gli attacchi strumentali, falsi nei contenuti, nelle forme e nella sostanza. Nessun dipendente dell’Azienda Speciale è rimasto indietro, così come nessun cittadino bisognoso è stato abbandonato. Nonostante le difficoltà e le chiusure di alcuni servizi imposte dai DPCM governativi e dai provvedimenti regionali a causa dell’epidemia da coronavirus, l’Azienda Speciale di Terracina ha proseguito nell’erogazione di tutti i servizi che era possibile fornire, gestendo in maniera veloce, impeccabile e assolutamente trasparente i fondi stanziati da Governo e Regione. Alla riapertura delle attività, l’Azienda si è fatta trovare immediatamente preparata, aumentando addirittura il raggio d’azione delle sue attività: 72 dipendenti richiamati in servizio pieno dalla cassa integrazione in deroga, aperti 3 Centri estivi per 130 bambini fino a 6 anni, allestiti nuovi spazi gioco appositi e nuove aree verdi, presa in carico della gestione del Tempio di Giove Anxur fino al 31 dicembre con aperture 7 giorni su 7, l’accordo con lo stabilmento Macaluca per ospitare i ragazzi del Centro Diurno. E tutto questo facendo ripartire tutte le attività istituzionali già in carico. Un risultato straordinario che solo la faziosità in malafede e menzognera di qualcuno che rappresenta al massimo se stesso può negare o addirittura denigrare. Condivido in ogni suo punto il comunicato che la Direzione dell’Azienda Speciale ha voluto rendere pubblico e ringrazio tutto il personale dell’Azienda per l’ottimo lavoro, svolto con competenza e passione”. 

Di seguito, il comunicato dell’Azienda Speciale di Terracina.

 «La fase di riavvio delle attività è ormai nel pieno dell’efficienza per quanto riguarda l’Azienda Speciale Terracina. Una realtà presa ad esempio da altri comuni non solo della regione Lazio, ma anche da altre regioni. Il Covid ha evidenziato tutta una serie di problematiche e nello stesso tempo ha modificato l’approccio al modo di pensare e di ripesare anche i servizi sociali a tutela degli utenti , degli operatori e delle famiglie. Nulla sarà come prima, ma dovremo ricostruire una normalità diversa!. I Decreti governativi, le ordinanze regionali hanno determinato la chiusura al mese di marzo di alcuni servizi essenziali erogati dall’Azienda. Sono stati chiusi, gli Asili nido comunali, il centro diurno disabili, il Fab Lab. La chiusura delle scuole ha determinato la cessazione dell’assistenza specialistica agli alunni disabili. Sono state attivate le modalità di smart working per tutto ciò che è stato possibile garantire senza la presenza degli operatori. Sono state attivate linee telefoniche e mail dedicate per mantenere attivo il dialogo con l’utenza. L’emergenza Covid è diventata una pandemia che non ha risparmiato nessuno, le risorse economiche messe a disposizione dallo Stato, dalla Regione e dal Comune sono state assegnate all’Azienda e trasferite alle famiglie che ne hanno fatto richiesta, valutandone i requisiti per l’accesso e la concessione dei contributi.

 

La procedura individuata dall’Azienda è stata quella di garantire una valutazione obiettiva dello stato di bisogno dei richiedenti attraverso uno specifico disciplinare, effettuata dalle assistenti sociali del servizio, sia sulla base delle autocertificazioni prodotte che sulla base di colloqui telefonici. Il metodo per l’assegnazione del beneficio dei bonus alimentari è stato quello di assegnare ad ogni beneficiario una tessera prepagata numerata del circuito master card e in assoluta garanzia della privacy,a tutela della dignità, dei diritti e delle libertà fondamentali degli interessati, al fine di evitare che soggetti in condizioni disagiate – economiche o sociali – soffrano l’imbarazzo della diffusione di tali informazioni, o possano essere sottoposti a conseguenze indesiderate a causa della conoscenza da parte di terzi della particolare situazione personale, si è provveduto alla consegna presso il domicilio, tramite il servizio di posta privata. I Bonus alimentari attraverso la carta prepagata ha interessato n.1270 nuclei familiari per complessive 3.263 persone.

 

Ci siamo preparati per questa nuova fase di riavvio e quando la conferenza Stato -Regioni , con la collaborazione di ANCI, ha delineato le linee guida per aprire i centri estivi abbiamo organizzato i 3 centri estivi comunali gratuiti “ Il Cielo è sempre più blu” per tutti per i bambini fino ai 6 anni, accogliendo nei nostri giardini degli asili nido comunali 130 bambini, garantendo le misure di sicurezza previste dalle normative sia a tutela dei piccoli utenti che degli operatori, con apertura dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30 alle 14,00 e la somministrazione dei pasti.

 

Dal mese luglio il centro diurno disabili frequenta la spiaggia attrezzata presso il Macaluca dopo un periodo di chiusura pesante per i ragazzi e le famiglie.

 

Dal 4 Luglio, l’Amministrazione comunale ha affidato all’Azienda speciale la gestione dell’area monumentale del Tempio di Giove fino al 31.12.2020. Sono circa 4.000 i visitatori registrati, con l’assistenza di 6 dipendenti che garantiscono turni di apertura dal Lunedì alla domenica. Tutte le attività riavviate ed avviate di nuovo hanno consentito ai 72 dipendenti dell’azienda di uscire dalla cassa integrazione in deroga riconosciuta ed approvata dalla Regione Lazio. Sulle falsità ripetute e prive di ogni fondamento da un’organizzazione sindacale assolutamente non rappresentativa nell’Azienda che si muove a comando e su richiesta, solo una precisazione in onore della verità! Sono i fatti che parlano, sono gli atti che dimostrano le falsità a cui certi personaggi non provano alcuna vergogna. Stipendi regolarmente pagati unitamente ai contributi, cassa integrazione in deroga riconosciuta ed erogata solo dopo 2 giorni dalla richiesta da parte dell’INPS di Latina, per le mensilità di dal 12 marzo al 9 maggio, per le 4 settimane successive, due di maggio e le due di giugno è in corso la lavorazione da parte dell’INPS. L’Azienda ha comunque garantito e pagato a tutti i dipendenti che ne hanno fatto richiesta, l’anticipazione del TFR per non far mancare la liquidità necessaria a nessuno! Il responsabile di questa organizzazione non riceve risposte dall’istituzioni perché palesemente sbugiardato dai fatti e perché assolutamente inaffidabile in quanto si costruiscono artatamente menzogne nell’interesse di qualcuno di cui si è a servizio. Il responsabile di questa organizzazione si cimenta in un ruolo che qualcuno gli ha commissionato senza conoscere minimamente le regole del Decreto Semplificazioni, Decreto Legge 16 luglio 2020, n. 76, riportando pensieri già espressi da altri ben noti detrattori per alimentare una fantasiosa ricostruzione amicale di compaesanità, ignorando metodi trasparenti, affidabilità, economicità, comparazione e celerità di lavori in sicurezza in orari prefestivi e festivi a garanzia della sicurezza dei Bambini. Installate coperture in legno per ombreggiare i giardini dei 3 centri estivi comunali, impiantato ed ampliato il manto erboso nell’asilo G.M. Isabella con impianto di irrigazione automatizzato, dotati tutti i centri estivi di attrezzature e giochi d’acqua anche grazie alla grande generosità della UNIPAM SRL. Veramente singolare la contraddizione di questo personaggio che si improvvisa garante di inutili sollecitazioni all’INPS che dovrebbe sapere nel rispetto della trasparenza segue l’ordine cronologico di richiesta e non quello amicale a lui tanto caro, quando si è rivolto all’INPS solo ed esclusivamente per fare l’esposto per non far riconoscere la cassa integrazione all’Azienda , ignorando che quella in deroga è di esclusiva competenza della Regione Lazio che l’ha autorizzata e finanziata!

Dalla prossima settimana il bando per le iscrizione agli asili nido. Le strutture saranno oggetto di una immediata opera di manutenzione straordinaria a cui si sta lavorando in sinergia con l’Amministrazione per renderli operativi alla ripresa delle attività con tutte le misure di sicurezza e di distanziamento previste.

I nostri asili nido saranno tutti Plastic Free! Si applicherà la regola delle “4 R”: riduci e riutilizza, ricicla e recupera. Gli asili nido come il centro Diurno saranno dotati di telecamere. L’uso dei cellulari personali, durante l’orario di servizio, già vietato con specifica circolare, vedrà ulteriormente regole di assoluto divieto perché nessun operatore può essere distratto durante le attività e la sorveglianza dei bambini.

Sarà rispettato il rapporto educatrici gruppi di bambini 1 a 5 con incremento delle unità lavorative necessarie! 

Questa è l’Azienda Speciale Terracina che lavora per la comunità che è fatta di tante persone perbene che non si fanno intimidire né allettare da chi millanta falsità, da chi getta fango a pagamento per una visibilità scadente e solo per tornaconto personale, da chi non ha interesse alcuno ai servizi che vengono erogati quotidianamente agli utenti da dipendenti onesti e laboriosi, che non hanno tessere di sindacato ma un cuore immenso e una dedizione particolare al lavoro che svolgono con professionalità e competenza!»

Share this post