Badante affitta la casa dell’ex datore di lavoro defunto, le indagini


Per anni era stata badante in un’abitazione del centro di Terracina, e alla morte dell’anziano datore di lavoro aveva deciso di guadagnare sull’appartamento. Una donna romena di 41 anni è stata deferita all’autorità giudiziaria a conclusione di un’attività investigativa condotta dagli agenti della squadra Anticrimine e di polizia giudiziaria del commissariato di Terracina.

A scoprire la singolare situazione venutasi a creare sono stati i parenti dell’anziano defunto, residenti in un’altra regione. Chiusi gli atti per la successione dell’immobile, i legittimi proprietari hanno trovato in casa sedicenti affittuari, i quali a loro volta hanno capito di essere finiti in mezzo a un raggiro. Da lì sono partite le indagini dei poliziotti guidati dal vicequestore aggiunto Bernardino Ponzo.

Si è così accertato che la donna – scrive in una nota la Questura – prima ancora che si aprisse la successione testamentaria, fingendosi proprietaria dell’immobile selezionava tra vari potenziali affittuari, tutti connazionali, un nucleo familiare al cui interno vi erano anche due minorenni. Per portare a termine il suo piano aveva fornito false generalità e concordato un canone d’affitto di 500 euro al mese.

Share this post