Bare acquistate con assegni sospetti, scatta la denuncia


È accusato di aver acquistato bare per un valore di circa 4mila euro in modo illecito. Ad accusarlo sono stati i carabinieri della locale stazione, agli ordini del comandante Antonio Ciulla. I militari hanno individuato alcuni acquisti sospetti e denunciato un 46enne di Terracina.

Gli investigatori guidati dal capitano della Compagnia dell’Arma, Margherita Anzini, hanno ipotizzato che le bare – dieci casse funebri – erano state comprate tra il 2015 e il 2016 presso una ditta in provincia di Bari. Il pagamento era stato completato con assegni bancari poi risultati di provenienza delittuosa. Per il 46enne è scattata la denuncia per i reati di truffa, ricettazione e falsità materiale commessa da privato.

Share this post