Basi per una coalizione Possibile!


La coalizione possibile”  su cui stiamo lavorando insieme a “ SEL” deve volare alto, non in termini di percentuali ma in termini di lotte e di battaglie, deve differenziarsi per cercare di costruire una coalizione che sia quanto più discontinua con il passato e deve mettere insieme dei progetti e programmi innovativi concreti e realizzabili.

Un nuovo modo di fare politica sul territorio. Dobbiamo essere prima di tutto chiari e trasparenti. Noi abbiamo avuto chiarezza dicendo alla riunione a villa Tomassini dello scorso 25 settembre che non faremo nessun accordo con il pd di Terracina , a prescindere da chi sia il loro candidato. Infatti per quanto riguarda il pd il problema non è nelle singole persone che militano all’interno di quel partito, il problema è più ampio, più grande dei politici locali, il problema è provinciale, nazionale ed europeo. Non vogliamo allearci con chi rappresenta il passato, dobbiamo essere una coalizione moderna progressista e pronta alla sfida del cambiamento. In questa coalizione su cui stiamo lavorando vorrei all’interno il movimento 5 stelle, perchè il fronte deve essere più ampio possibile. Dobbiamo coinvolgere i cittadini, parlando di temi di spessore, di ambiente, di lavoro, di politiche sociali, di politiche giovanili, di cultura. Scaldare il cuore dei cittadini con discorsi che interessano le persone.

A coloro che intraprenderanno questa avventura con noi li invito ad essere netti e precisi su come vogliono proseguire questo percorso. NOI sul candidato sindaco non mettiamo veti, non abbiamo pregiudizi va bene anche il famoso magistrato indicato tempo fa da una nota associazione di Terracina. Ma per noi va bene qualsiasi figura, un politico, un civico, un cittadino, un giovane , un ambientalista, l’importante è e che sia una figura degna di rispetto, che sia una persona dignitosa. Deve essere una persona naturalmente capace nel gestire la macchina comunale. In grado di saper governare un’amministrazione, una persona che abbia grande passione per la politica, una persona che non fa politica per interessi personali, una persona pulita e onestà. Questo il nostro identikit. Naturalmente deve essere una persona che non condivide le riforme del Governo Renzi e che non abbia militato in partiti di centrodestra o partiti centristi deve essere una persona che con la politica non si è arricchita e che la pratica per vocazione e amore della propria terra . Questi i nostro paletti, queste le nostre posizione, la dignità prima delle percentuali. Vogliamo fare politica non per vincere ma per cambiare le cose non vogliamo creare nessuna forza conservatrice, rinnovamento la parola chiave. Vogliamo impegnarci all’interno di una coalizione solida che sa dove andare e capace di guardare alle necessità e alle esigenze dei cittadini. Rifiutare uno schema, quello che per prendere consenso bisogna prima sistemare , dire fortemente no alla pratica del voto di scambio. Non pensare a questo modo di fare politica come un modo perdente, ma essere orgogliosi da praticarla così , con entusiasmo, passione senza cedere a ricatti e compromessi senza fare calcoli in base alle convenienze.

Chi vuole far parte della coalizione secondo noi deve comprendere che se non si dicono parole chiare dirompenti non saremo inclusivi e coinvolgenti. Dire senza ipocrisie cosa fare, agire senza calcoli, avere in mente una Terracina diversa non basta, bisogna anche mettere in pratica un metodo un meccanismo diverso. E già cambiare il meccanismo il metodo sarebbe un buonissimo inizio per il nostro percorso. Costruire una coalizione che non sarà in silenzio davanti le ingiustizie. Mettere in campo una squadra capace di creare emozioni, creare un team di persone coraggiose, oneste e rigorose. Mettere da parte gli individualismi remare tutti nella stessa posizione e non perdere la voglia di volere la luna come diceva uno storico compagno che ci ha lasciato qualche giorno fa, Pietro Ingrao. Una coalizione che parte con questi presupposti ha già fatto il proprio dovere e siamo convinti che i cittadini riconosceranno queste volontà e ci premieranno.

Comunicato stampa del gruppo Possibile di Terracina, Andrea Percoco.

Share this post