Basta propaganda senza valori e visibilità sui social, l’appello di Berti (Pd)


«Un timoniere di valore continua a navigare anche con la vela a brandelli. Troppo facile in un momento come questo abbandonare il campo di battaglia e ammainare la bandiera europea. Si, un campo di battaglia minato da insidie sconosciute e talmente grandi da non poter essere affrontate da soli e solo una visione globale potrà aiutarci ad uscire fuori da questa crisi». Lo afferma in una nota la consigliera del Pd Valentina Berti. «Dietro un gesto così becero si celano tutte le insicurezze e le carenze di chi non ha la struttura e la forza di reagire e andare avanti, elaborando invece un messaggio strumentale deviando la responsabilità sull’Europa. Questa incessante ricerca di visibilità sui social network a discapito dei valori del paese e dell’Unione europea è disarmante, pericolosa e maleodorante di un nazionalismo di bassa lega. In questo momento la nostra comunità non ha bisogno di timonieri inesperti e timorosi ma di donne e uomini in grado di fronteggiare la tempesta, senza abbandonare la sfida di rafforzare l’Unione dei popoli europei. E’ in questi momenti che serve unità, forza e speranza per fare fronte comune ad un male invisibile e subdolo. Chi ci governa ha il dovere di ispirarsi costantemente alla Costituzione e rafforzare i suoi valori, senza scimmiottare iniziative altrui all’insegna della provocazione. Tali gesti calpestano la nostra democrazia, la nostra libertà e il nostro futuro. Quella bandiera è il frutto dei sacrifici di donne e uomini di pace e libertà e non può essere oggetto di azioni irrisorie soprattutto per mano di un rappresentante della Repubblica italiana. E mentre la maggior parte di noi consiglieri cerca con affanno insieme al sindaco di affrontare con serietà e competenza una situazione complessa  e mantenere  un clima di fiducia nelle istituzioni e in questa amministrazione….mentre tutti cerchiamo di collaborare a rendere consapevoli e protetti i nostri cittadini, due dei nostri assessori disseminano odio e danno esempio di scarso rispetto per alcuni valori che sono alla base di una civile convivenza….inneggiano alla violenza….tolgono la bandiera dell’Europa, insultano con beceri linguaggi i loro avversari politici solo per aver espresso idee e volontà di collaborazione! Io spero che  finalmente finisca tutto ciò  e si faccia leva su un senso del dovere che forse ormai alcuni non sentono più». 

Share this post