Beach soccer: Terracina verso l’ultima tappa


Il momento della verità. Il beach soccer terracinese è pronto a giocarsi lo scudetto del calcio sulla sabbia. I ragazzi di Emiliano Del Duca ripartono dal secondo posto della passata stagione. Il titolo platonico di vice campioni d’Italia è naturalmente da migliorare. “Ce la possiamo giocare con tutti – esordisce Del Duca – Siamo arrivati al rush finale e dovremo tenere alta la concentrazione”. Il trainer biancazzurro è proiettato sulla prossima tappa, l’ultima del girone centro sud della Serie A. I pontini saranno di scena a Montalto di Castro (Viterbo) dove verranno decretate le ultime quattro formazioni che accederanno alla poule scudetto di Catania. I tigrotti della sabbia scenderanno in campo domani pomeriggio contro Catanzaro. La qualificazione non è in bilico: il Terracina dopo quattro incontri occupa stabilmemte il primo posto in coabitazione col Catania. Un filotto di vittorie che abbinato alla vittoria della Coppa Italia la dice lunga sulle potenzialità del club più longevo del lotto.

“Mi auguro che ci sia la risposta di tutto il gruppo – continua Del Duca – Se avremo l’umiltà giusta saremo protagonisti. Le favorite? Catania, Milano e Viareggio, che vedo in grande forma”.

Rosa quasi al completo per i biancazzurri: gli unici assenti per questa tappa saranno Stephan Francois e Simone Feudi. Il ct della selezione francese salterà l’appuntamento di Montalto a causa di impegni concomitanti con la federazione transalpina, mentre Feudi deve smaltire una contrattura a una coscia. L’esterno terracinese sarà a disposizione per il 31 luglio quando inizieranno le finali di Catania. Abili e arruolati i due portieri Spada e Minchella. Considerata l’assenza di Francois, Corosiniti verrà arretrato come perno difensivo, con il capitano Angelo D’Amico valida alternativa. Abbondanza sugli esterni. Andreizinho, Frainetti e i gemelli Olleia garantiscono qualità e sacrificio. In avanti la certezza è rappresentata da Llorenc e da Palmacci, mentre il giovane Valerio Del Duca sta cercando di ritagliarsi uno spazio tra i mostri sacri della disciplina. In netta ripresa Paolo Palmacci, superati i problemi al ginocchio, è stato convocato dal commissario tecnico della Nazionale Massimiliano Esposito.

Simone Feudi, in rete davanti al proprio pubblico

Simone Feudi, indisponibile per una contrattura alla coscia

All’ultimo raduno azzurro hanmo partecipato anche gli altri “terracinesi” Spada, Frainetti e Corosiniti. Uno stage che le squadre del girone meridionale non hanno visto di buon occhio visti gli impegni ravvicinati. Una situazione già presentatasi l’anno scorso: Milano arrivò meno logoro alla finale e superò il Terracina al foto finish. “Speriamo che la fortuni ci aiuti in questa stagione; in questo sport e non solo è una componente decisiva”. Non è da escludere il derby con l’Anxur Trenza già qualificato come secondo nel gruppo centro nord. Possibilità di derbý? “Nel caso capitasse sarebbe una bella cosa ma comunque una partita da vincere senza particolari pressioni”, conclude Del Duca.

Share this post