Beni culturali, la Fondazione perde i pezzi: il presidente Attanasio sbatte la porta


La Fondazione città di Terracina perde i pezzi. Il presidente Agostino Attanasio saluta, e lo fa con una lettera inviata nei giorni scorsi al sindaco Roberta Tintari. “In più occasioni – afferma – ho avuto modo di denunciare le difficoltà di funzionamento della Fondazione a causa della scarsa collaborazione delle strutture amministrative del Comune, o meglio degli ostacoli che esse hanno sempre frapposto alle attività del nostro organismo. L’ho fatto in occasione di alcune delle nostre riunioni e l’ho fatto in pubblico in modi e forme civili ma inequivocabili: ve n’e traccia in alcuni verbali del CdA e in alcuni promemoria consegnati al Sindaco. Nella lettera di dimissioni sono ricordate alcune delle più recenti difficoltà e, soprattutto, si chiama in causa la decisione del Comune, dei giorni scorsi, di affidare al Traiano, per 68.000 euro, l’organizzazione di una stagione teatrale mentre nulla s’è pensato di fare per il S. Domenico che da anni attende di diventare l’Auditorium della città». Uno sfogo che lascia l’amarezza per un progetto che evidentemente non ha trovato tutti d’accordo, che anzi ha sollevato delle perplessità e lascia intravedere delle divergenze nette tra Fondazione e amministrazione comunale.  

Share this post