Buche e asfalto, Procaccini: «Impresa improba, e non ci sono elezioni»


Non c’è asfalto elettorale, non c’è asfalto “riservato” al centro cittadino e niente per le periferie. Non ci sono buche da coprire in cambio di voti. Il sindaco Nicola Procaccini risponde alle critiche, alle illazioni che riempiono le pagine social e lo fa con una foto e poche righe digitate con l’orgoglio di chi pensa di stare nel giusto e la rabbia di chi è convinto che per troppi anni si è fatto poco e male. 

In questi giorni sono stati completati gli interventi di asfaltatura sia in centro che in periferia, ad esempio in via Pileria, zona nord della città, che i più forse neppure sanno dove si trovi. «Questa strada, scrive Procaccini, è stata appena rifatta. Anzi no, è stata fatta per la prima volta» scrive. «Perché questo è il punto: troppe strade di Terracina si riempiono di buche in quanto mancanti dello strato di base necessario per il drenaggio della pioggia. In parole povere, troppe strade (anche in centro) sono ricoperte da un sottile strato di asfalto buttato lì per accontentare gli abitanti in tempo di elezioni. Della serie: “passata la festa, gabbato lo santo”. Oggi per noi l’impresa è davvero improba, ma ce la stiamo mettendo tutta. E non ci sono elezioni alle porte».

Share this post