Buche sulle strade: previsti interventi


Strade dissestate: a breve ci saranno degli interventi. L’ottimismo arriva direttamente dall’assessore ai lavori pubblici, Pierpaolo Marcuzzi.

“Mi voglio scusare con la cittadinanza per i disagi di questi ultimi mesi dovuti alle numerose buche sulle strade del nostro Comune, e allo stesso tempo rassicurare che nel breve periodo, condizioni meteo permettendo, inizieranno una serie di lavori che andranno a ridurre notevolmente i disagi e le situazioni di pericolo – afferma Marcuzzi – Purtroppo il problema delle buche sulle strade Terracinesi ormai è storia nota,  l’usura, il passaggio dei mezzi, le piogge, il freddo e la mancanza di risorse certe per gli interventi ha reso pericolosi molti tratti dei circa 300 Km delle nostre strade.

Da quando si è insediata la giunta Procaccini non ha avuto la possibilità di programmare manutenzioni ordinarie, ma solo interventi straordinari nel momento in cui si aveva la disponibilità di spesa con l’entrate degli oneri concessori, visto lo stato di dissesto di cui abbiamo preso a 3 mesi dal nostro insediamento.

Il sottoscritto nominato assessore nel giugno 2011 ha trovato i capitoli di spesa per le manutenzioni azzerati, i primi interventi manutentivi li abbiamo fatti a gennaio 2012, da quel giorno abbiamo fatto il possibile per rendere le nostre strade più sicure, ma la situazione ancora è drammatica.

Le piogge di dicembre, gennaio e febbraio, aggiunte alle temperature basse non hanno messo in condizione gli impianti di asfalto di lavorare e a noi di iniziare interventi manutentivi e tutto questo ha reso le nostre strade pericolose.

Per la viabilità in 4 anni abbiamo  ricevuto soldi dalla Regione per una strada extraurbana, mentre dal bilancio comunale ogni anno  utilizziamo circa 300.000 € per vari interventi di pezzatura come su via Roma, via del Buon Governo, Via Lungo Linea, Zona Mercato Nuovo, Accesso Stadio, via dante Alighieri, l’ingresso Nord dell’Appia, parti di Via Napoli, bivio di Piazza Palatina, le Macchie, via San Silviano, inizio viale Europa, tratti del Lungomare e la sistemazione dei marciapiedi ai giardini di Levante e del tratto finale del lungomare Circe e altre numerose  riparazioni delle buche in tutto il territorio, ma lo stato generale delle nostre strade ha ancora bisogno di interventi.

Purtroppo riparare le buche riempiendole semplicemente di asfalto a caldo con una pala non è una cosa risolutiva, ma fino ad oggi per quello che abbiamo potuto  mettere in campo è stato l’unico modo per ridurre i pericoli a chi circola sulle nostre strade.

Il sottoscritto e i tecnici comunali sanno che per riparare definitivamente una buca bisogna scarificare oltre il perimetro della stessa, riempirla e consolidare il tutto con la battitrice, comunque  oggi non abbiamo persone specializzate per farlo e tanto meno abbiamo fresatrice, levigatrice e battitrice, quindi per sistemare il tutto dobbiamo affidare a terzi  gli interventi, ma allo stesso tempo non abbiamo al momento le risorse per farlo in tutti i punti critici.

In questi giorni con una copertura finanziaria di 200.000 € regionali per la sistemazione delle strade rurali della zona La Valle e 100.000 € comunali faremo una gara per interventi manutentivi sulle nostre strade, inoltre stiamo completando l’iter per la firma della convenzione con la regione Lazio per altri 400.000 € a cui il comune aggiungerà altri 480.000 € di quota parte per fare lavori di messa in sicurezza dei punti più critici della nostra viabilità con un  lavoro idoneo e duraturo, con fresature e ripristini.

Il settore lavori pubblici in questa fase di dissesto ha a disposizione circa 1.500.000 €  per tutti i tipi di lavori, una cifra irrisoria se si pensa alla ventina di immobili comunali comprese le scuole da manutenzionare e ai circa 300 km di strade oltre ai marciapiedi che non vedono interventi importanti da decenni, a tutto questo va aggiunto che vi sono progetti finanziati da altri enti mai conclusi, e che le somme erogate da questi enti sono state utilizzate dalle altre amministrazioni per altro, mettendo ulteriormente in difficoltà l’amministrazione Procaccini che deve coprire questi ammanchi con il proprio bilancio, un bilancio ingessato dal piano di rientro del dissesto.

L'Assessore ai Lavori Pubblici di Terracina Pierpaolo Marcuzzi. Anzur Time

L’Assessore ai Lavori Pubblici di Terracina Pierpaolo Marcuzzi

Un esempio per far capire che gli spazi di manovra per i lavori di manutenzione delle strade sono ridotti  è il progetto della mobilità del centro storico, lavori che riprenderanno in questi giorni con la sistemazione di Piazza Domitilla per cui il comune ha dovuto impegnare 809.000 €, di cui 408.000 € andranno a carico del bilancio comunale 2015, riducendo a 1.000.000 € totale le manutenzioni di tutto il territorio comunale per il 2015.

Nonostante le difficoltà non ci sottraiamo alle critiche, ritenendo che il cittadino se non ha un servizio è giusto che si lamenti, dato che per quello paga le tasse, però allo stesso tempo vogliamo far capire che la mala gestione della cosa pubblica degli ultimi 30 anni a Terracina non si può risolvere in pochi anni e con quasi 100.000.000 di debito sulle spalle.

Per la viabilità cittadina possiamo impegnare 500.000 € quest’anno e 1.000.000 € il prossimo anno.

Informo che Acqualatina prima dell’estate sistemerà via Giansanti e via del Pigarello devastate prima del nostro insediamento da lavori per il ribaltamento delle fogne, sistemerà via fosse Ardeatine, via dei Volsci, Via Traiano e via Lungolinea visto i lavori di sistemazione delle rete fognaria che stanno effettuando per permettere la chiusura del depuratore di via delle Cave”.

Share this post