Campo di calcio della pace, taglio del nastro al parco delle città gemellate


Inaugurato presso il Parco delle Città Gemellate il primo “Campo di Calcio della Pace” in Italia, su idea di ENDAS e NFCA (National Football Children Association) e con il patrocinio del Comune di Terracina. L’Assessore all’Ambiente Zappone: “Grande sinergia fra istituzioni e associazioni porta grandi risultati. L’impegno dell’Amministrazione per la nostra città prosegue senza sosta”.

È stato inaugurato oggi, presso il Parco delle Città Gemellate a Terracina, il “Campo di Calcio della Pace”, alla presenza dell’Assessore comunale all’Ambiente Emanuela Zappone e di Pierpaolo Chiumera, responsabile segreteria nazionale ENDAS (Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale), associazione sportiva promotrice dell’iniziativa in collaborazione con NFCA (National Football Children Association).
Tale evento ha visto la partecipazione degli studenti del Liceo “Leonardo da Vinci” di Terracina. ENDAS, per l’occasione, ha donato al Comune di Terracina due porte da calcio installate all’interno del playground del Parco delle Città Gemellate. Un evento dai notevoli risvolti sociali, considerato che quello di Terracina è il primo “Campo di Calcio della Pace” inaugurato in Italia.

“Global Peace Game è un progetto di commemorazione, finanziato dal fondo Erasmus, che ha tratto ispirazione dalla famosa Tregua di Natale del 1914 – ha spiegato Chiumera – In quell’occasione, gli eserciti franco-inglese e tedesco, che si fronteggiavano a Messines in Belgio nel corso della Prima Guerra Mondiale, al risuono dei canti natalizi abbandonarono spontaneamente le trincee per incontrarsi nella terra di nessuno, intrattenendo rapporti amichevoli e organizzando improvvisate partite di calcio. Già lo scorso anno – ha proseguito Chiumera – i ragazzi del Liceo terracinese si erano recati proprio a Messines con i loro coetanei belgi e britannici, insieme con ragazzi rifugiati, per trascorrere una settimana partecipando a eventi sportivi e workshop ricreativi. Quest’anno, a metà settembre, gli studenti terracinesi avranno nuovamente modo di partecipare alle attività del progetto”.
Chiumera ha inoltre illustrato le caratteristiche del “Peace Field Project”: “Esso ha per obiettivo la costruzione di Campi di Calcio della Pace in tutto il mondo. L’ultimo  era stato allestito a Belfast, Irlanda del Nord, nella struttura dove iniziò la sua carriera il leggendario George Best, stella del Manchester United negli anni ‘60 e ‘70. Ringrazio l’Amministrazione Comunale di Terracina per aver aderito a questa iniziativa in tempi brevi e per il supporto fornito nell’allestimento del campo all’interno del parco”.

“Si tratta di un progetto che ci ha entusiasmato fin dalla sua presentazione – ha detto l’assessore Zappone – È sempre una grandissima soddisfazione per noi, esportare Terracina come modello di buone pratiche nel mondo, anche con queste iniziative. Questo progetto rispecchia appieno un aspetto importante, che l’Amministrazione ha sempre perseguito: l’interfacciarsi con le realtà dell’associazionismo, vero fulcro della società civile. E quando c’è sintonia e sinergia fra le istituzioni e le associazioni, si ottengono sempre ottimi risultati. Si tratta di una nuova iniziativa che testimonia la volontà di rendere Terracina una città sempre più vivibile e a misura di famiglia. Siamo sicuri che i cittadini collaboreranno nel preservare il ‘Campo di Calcio della Pace’, mantenendolo pulito e integro, nel pieno rispetto del decoro urbano”.

Share this post