Caos al “Fiorini” di Terracina


Ospedale Alfredo Fiorini Terracina. Anxur Time

Caos al pronto soccorso di Terracina. I delegati della Cgil fp sanità di Terracina Eleuterio Mancini e Pietro Abbate denunciano ancora una volta che si devono registrare forti disagi per i pazienti e per gli operatori sanitari nel ps di Terracina. Negli ultimi giorni si sono susseguiti i disagi.

Ieri intorno alle 16 tra pazienti in attesa di essere visitati e quelli visitati ma in attesa di essere dimessi c’erano 35 utenti con ambulanze ferme del 118 per mancanza di lettighe per far sbarellare le urgenze, con le varie consulenze provenienti dai ppi e dal ps di fondi che stazionavano nel ps oltre ad avere 2 pazienti in codice rosso. Alle ore 21 si stavano chiamando per essere visitati i pazienti delle ore 14,30.

Tutto questo con 2 medici e 3 infermieri che dovevano dividersi tra 2 stanze di visita una stanza di codice rosso, triage e pazienti che stazionano sulle barelle in attesa di esami di laboratorio, radiologici e in terapia. Attenzione altissima ma massima professionalità avuta dagli operatori con l’aiuto dei volontari e degli ausiliari per cercare di sostenere l’emergenza. Sono mesi che si attendono rinforzi sanitari visto che per trasferimenti vari sono andati via diversi medici ed infermieri senza essere sostituiti, inoltre si attendono percorsi diversi per i pazienti provenienti da altri presidi sanitari per consulenze o indagini radiologiche varie.

La Pallavolo Futura Terracina '92 visita i degenti dell'Ospedale Fiorini di Terracina

Si aspetta ancora la video sorveglianza, si aspetta ancora la sicurezza di chi opera e di chi deve essere curato e i loro famigliari, si aspetta ancora il percorso per sospetti casi di ebola, si aspetta ancora una sala di attesa per pazienti e parenti in attesa di essere visitata degna di questo nome con sedie, con climatizzatori, con distributori di bevande calde e fredde, con monitor che indicano i tempi di attesa. Si aspetta ancora l’elisuperficie visto che in questi ultimi due giorni e con il mal tempo è stata  attivata per ben 2 volte l’eliambulanza per casi gravissimi e fatta atterrare su un campo di erba e fango. Inoltre si aspetta una collaborazione anche dall’ares 118 per smistare i pazienti nei pronto soccorsi più idonei all’urgenza. Dobbiamo ricordare che Terracina non ha un urologia e nemmeno la cardiologia visto che per quest’ultimo c’è solo un servizio h 6.

Share this post