Caos via Derna? Lega: “Scelta scellerata dell’amministrazione”


“Avremmo voluto rivolgere diversamente, e soprattutto tranquillamente, un augurio per il nuovo anno che è più che mai prossimo all’arrivo. Purtroppo, però, le scelte scellerate dell’amministrazione locale ci costringere a vivere in uno stato alquanto disagevole  – si legge nella nota del direttivo “Lega-Salvini Premier”, sezione di Terracina – In quest’occasione, intendiamo riferirci al tema dell’urbanistica. In particolar modo, ci preme rivolgere l’attenzione sul caos creatosi in Via Derna. Ci risulta totalmente inconcepibile che il collegamento tra le due strade nevralgiche della città, quali Viale della Vittoria e Via Roma, sia stato ostruito, seppur parzialmente, nel giorno della Vigilia del Santo Natale. Volendo usare un eufemismo, è “singolare” che la data d’inizio dei lavori per il rifacimento della segnaletica orizzontale sia coincisa con la giornata sopracitata. Se a ciò si aggiunge l’anticipazione del mercato settimanale, dal giorno del giovedì a quello del martedì, ecco che si crea un preludio di elementi che meglio si contrappone alla sensazione di serenità evocata dalla festività più attesa dell’anno.
Dal punto di vista urbanistico, è inevitabile che, con una situazione del genere, si agglomeri una corposa mole di mezzi, in una strada che, già nei giorni feriali, risulta essere estremamente trafficata, in quanto centrale all’interno del nostro impianto urbano.
Dal punto di vista sociale, si è trattato di una vera e propria “sorpresa” inattesa, ma non imprevista, tantomeno gradevole. Una sorpresa che ha portato, e continua a portare, disagio e spaesamento a chiunque circoli in Via Derna, o nei pressi, in giornate in cui risulterebbe semplice pensare a tutto, meno che alle modifiche del piano urbanistico della città di Terracina.
Dal punto di vista economico, è palese che i commercianti locali siano stati massacrati da questa scelta inconcepibile. Come precisato in precedenza, l’anticipazione del mercato settimanale ha inequivocabilmente dirottato il flusso di persone lontano dal cuore pulsante dell’economia della nostra città, provocando danni talmente tangibili e intuitivamente comprensibili, che non riteniamo ci sia la necessità di argomentare ulteriormente.

Ribadiamo il nostro dissenso in merito a questa rocambolesca gestione amministrativa, con la consapevolezza e la certezza di prendere in carico tutte le voci dei cittadini danneggiati da questa ed altre situazioni”.

Share this post