Caringi: “Faccio politica per migliorare la mia città”


“Quella di fare politica è stata una scelta dettata dal desiderio di impegnarmi per la mia città, la mia comunità. Al netto delle posizioni diverse, sfido chiunque a dimostrare il contrario, di averlo cioè fatto per un tornaconto personale visto che, grazie a Dio e alla mia famiglia, ho avuto la forza di costruirmi un futuro ben prima di essere eletto. Per questo motivo desidero tornare sulla vicenda della “caldaia fantasma” della scuola “E. Fiorini”, così come è stata fantasiosamente definita, per non dover dare ragione a speculazioni completamente fuori luogo – precisa Luca Caringi nella nota –
Assessore ai Lavori Pubblici
La delega all’Edilizia Scolastica e alla Manutenzione degli Edifici Scolastici è stata a me conferita solo a partire dal 16 settembre 2019 e da quel momento mi sono repentinamente attivato per verificare che tutte le scuole, E. Fiorini compresa, fossero in condizioni di essere riaperte visto l’imminente approssimarsi del nuovo anno scolastico.
Nonostante il poco tempo a disposizione, gli Uffici competenti avevano messo in campo risorse e procedure per consentirne la riapertura garantendo le necessarie norme di sicurezza. Nello specifico, per la scuola in oggetto, la sostituzione del bruciatore della caldaia esistente (e non della caldaia in toto) che consentisse la conversione dell’alimentazione da gasolio a metano era stata programmata nel periodo natalizio, in modo tale da non interferire con l’attività didattica, ottimizzare i tempi di lavoro necessari per l’adeguamento dell’impianto e limitare al massimo i pericoli legati alla presenza di un cantiere nella scuola.
Ad oggi si può asserire che, durante queste vacanze, i lavori sono stati regolarmente eseguiti e questo consentirà, alla ripresa delle lezioni, di consegnare a docenti e studenti (ed anche alle loro famiglie) un edificio scolastico con un impianto termico a norma dopo la sostituzione del bruciatore della caldaia esistente. Va aggiunto che il Dirigente del Dipartimento dei Lavori Pubblici ha inoltre provveduto ad acquisire, da parte dei tecnici incaricati, tutte le certificazioni inerenti i lavori eseguiti e ha successivamente provveduto all’inoltro della Scia Antincendio al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco in modo da concludere l’intero iter tecnico-amministrativo.
In conclusione di questo mio intervento, desidero sottolineare che i confronti, se costruttivi, aiutano ad ottimizzare risorse ed energie per conseguire i risultati che la città legittimamente attende, ma le polemiche (specie se basate sulla mancanza di conoscenza di nozioni tecniche e delle procedure amministrative) creano ombre su persone e situazioni che poi è obbligatorio e corretto chiarire, esercizio che fa disperdere energie che potrebbero essere impegnate positivamente per affrontare altre problematiche.
Ringrazio il Dirigente e gli Uffici competenti per l’impegno che mettono ogni giorno nel delicato lavoro che svolgono. Avanti tutta per fare sempre di più e sempre meglio, consapevoli del nostro compito e speranzosi che ci sia sempre la disponibilità a comprendere con lucidità le situazioni prima di giungere a conclusioni che possono rivelarsi non corrispondenti alla realtà”.

Tags caringi

Share this post