Carta dei diritti della bambina, il Consiglio fa suo il documento


roberta tintari

Il Consiglio comunale di Terracina ha recepito la Carta dei diritti della bambina. Dopo aver approvato una delibera, ha premiato gli studenti che hanno partecipato al viaggio della Memoria ad Auschwitz. Importante mattinata dedicata ai più giovani quella che ha oggi vissuto il Comune di Terracina e il suo Consiglio Comunale. Infatti, durante lo svolgimento della seduta odierna, l’assise cittadina ha approvato il recepimento della “Nuova Carta dei Diritti della Bambina”, uno strumento di sensibilizzazione, stipulato a livello mondiale e diretta gemmazione della Carta dei Diritti del Fanciullo di New York, con il quale la comunità internazionale, dai governi agli enti locali, si impegna innanzitutto a contrastare la violenza di genere nei confronti delle minori e a promuovere tutte quelle iniziative volte a tutelare la dignità e la salute delle bambine.

L’assessore alle Politiche Sociali, Roberta Tintari, esprime la propria soddisfazione per questo passaggio importante: “Sono molto contenta che la Città di Terracina abbia recepito e condiviso un atto così importante dal punto di vista pratico e simbolico. Il mondo civile sta combattendo una battaglia contro le discriminazioni e le violenze rivolte ai minori, nel caso specifico alle bambine, oggetto di terribili prevaricazioni: penso a quelle società in cui le bambine vengono vendute, obbligate alla prostituzione, date in sposa in età tenerissime, soggette all’infibulazione, ripudiate dalle famiglie semplicemente perché colpevoli di essere femmine, utilizzate in modo spregiudicato per biechi fini commericlai. Anche la nostra società, che consideriamo evoluta in questo senso, è capace di macchiarsi di crimini terribili nei loro confronti. Grazie all’impegno della Business e Professional Women, che in Italia vede la FIDAPA come organismo di riferimento, nel 1997 venne redatta a Reykjavik la stesura originale della Carta dei Diritti della Bambina che sancì una serie di tutele per le donne da garantire sin dalla nascita. Perfezionata negli anni, ha visto la sua approvazione nella versione definitiva nel settembre 2006 con un voto unanime durante il meeting delle Presidenti di tutta Europa della BPW. Desidero ringraziare di cuore la sezione terracinese della FIDAPA, attualmente presieduta da Rossella Poce, per avere incoraggiato la nostra città a recepire la Carta e stabilire principi fondamentali”.

Anche Maurizia Barboni, pediatra e delegata alla Sanità dell’Amministrazione Procaccini non fa mancare il suo pensiero: “è una bella giornata per Terracina perché le minori, di cui ho scelto di occuparmi professionalmente da anni, hanno bisogno di protezione anche nella nostra società che troppo spesso non si accorge di provocare danni a causa della superficialità e degli stereotipi. La salute fisica e psicologica delle nostre ragazze rappresenta un valore fondamentale per tutta la comunità”. In Sala Giunta, invece, si è svolta la cerimonia con la quale sono stati insigniti del titolo di Ambasciatori di Pace i 20 ragazzi delle scuole primarie di secondo grado cittadine che lo scorso mese di gennaio, come accade da alcuni anni, hanno partecipato al viaggio della Memoria ad Auschwitz, una circostanza che, come sottolinea ancora l’assessore Tintari, “certamente rappresenta un momento di crescita e presa di coscienza per i giovanissimi di quali mostruosi pericoli sia popolato il mondo, ma anche di quali grandi forze sane l’umanità è dotata per combattere la barbarie. Sono fiera che Terracina, sia per quanto riguarda le istituzioni sia per quanto concerne il tessuto sociale, sappia coltivare quelle sensibilità e quei valori positivi di solidarietà e fratellanza che rappresentano gli anticorpi più efficaci contro le crudeltà che gli esseri umani, purtroppo, ancora infliggono ai propri simili”. I ragazzi, poi, sono stati salutati dal Presidente del Consiglio Comunale Gianfranco Sciscione e invitati a leggere, seduti sulla poltrona del Presidente, l’impegno assunto nella loro veste di Ambasciatori.

Share this post