Cda dell’azienda speciale, le parole di Roberta Tintari


roberta tintari

La conferma dell’attuale consiglio d’amministrazione dell’Azienda Speciale, appresa dai quotidiani nella giornata di ieri, non può che riempirmi di orgoglio e soddisfazione. La decisione del commissario prefettizio dott.ssa Ocello, che ringrazio sentitamente, avvalora la scelta della giunta Procaccini di puntare su persone oneste e competenti per svolgere mansioni delicate e di grande spessore.

Negli anni in cui ho ricoperto il difficile incarico di assessore alle politiche sociali, ho cercato di tutelare le fasce più deboli della popolazione, con atti concreti e misure di aiuto e sostegno. Grazie alla coesione della squadra amministrativa abbiamo restituito la giusta dignità a un settore strategico come quello dei servizi sociali; la logica nomina dei 2/3 di donne per la composizione del CDA, evidentemente apprezzata dalla dott.ssa Ocello, ha rappresentato un altro punto di rottura con le passate gestioni, rivoluzionando la visione amministrativa ed imprimendo una sterzata decisa verso il futuro.

Per questo colgo l’occasione per augurare buon lavoro al presidente  dott. Francesco Schininà, alle consigliere Tiziana Pasquariello ed Emanuela Zappone, alla direttrice Carla Amici, al dirigente Giampiero Negossi  e alla dottoressa Altobelli, oltre che a tutti gli uomini e le donne che si prodigano ogni giorno per il funzionamento della macchina comunale nell’ambito dei servizi sociali.

Piccoli grandi successi che rimarcano le mete raggiunte dell’amministrazione Procaccini. Insieme alla difesa delle famiglie, sono contenta che venga apprezzato anche lo sforzo nei confronti dei meno abbienti della nostra comunità cittadina, certificato in queste ore dall’analisi che documenta come, grazie al meccanismo delle detrazioni fiscali, sia stata resa più leggera e meno “odiosa” la Tasi, rispetto agli altri comuni della provincia di Latina.

Un altro tassello da incastonare in un mosaico costruito con il sudore della fronte, competenza e passione. Merito della squadra amministrativa in generale, ed in particolare dell’ex assessore al bilancio, Paolo Cerilli.

Il nostro è stato un percorso di crescita virtuoso e costante, che spero prosegua  con la sfida che vede coinvolta la nostra città nel diventare capofila del distretto sociosanitario, rilevando il posto del comune di Fondi, ormai da troppi anni protagonista di un ruolo tanto importante, nonostante l’assenza di requisiti fondamentali, primo fra tutto il numero di abitanti oltre alla tempestività dei trasferimenti ai comuni.

Per questo, rinnoviamo al commissario prefettizio Ocello i migliori auguri in ottica futura, augurandoci che faccia suoi gli impegni e le battaglie intraprese dalla giunta Procaccini nell’ambito delle politiche sociali e di difesa del territorio.

 

Share this post