Centro Anziani Commissariato, è polemica


Sempre più nebuloso il destino del Centro Anziani di Via Giacomo Leopardi di Terracina. Nei giorni scorsi infatti, il Commissario straordinario del Comune Erminia Ocello ha deciso di commissariare il centro. Un provvedimento che segue la proposta avanzata due mesi fa dall’Azienda Speciale, nella quale sono stati messi in risalto tra le altre cose i problemi nella gestione amministrativa.

Il Commissario Prefettizio di Terracina, Dott.ssa Erminia Ocello. Anxur Time

Il Commissario Prefettizio di Terracina, Dott.ssa Erminia Ocello

La Dottoressa Ocello ha preso in considerazione anche alcune segnalazioni del dirigente scolastico dell’IC Milani, sulla difficile convivenza tra le attività scolastiche e quelle svolte dal Centro Anziani. Quest’ultimo infatti confina proprio con la Scuola Elementare Francesco Lama. Gli anziani dunque non hanno davvero pace e da mesi sono alla ricerca di una nuova sede, ma le loro richieste non sono mai state soddisfatte.

E ora arriva la beffa del commissariamento con il Dottor Giampiero Negossi chiamato a ricoprire la carica di Commissario Straordinario. Quest’ultimo ha convocato il Presidente Maria Finalba Alla per lunedì prossimo, giorno previsto per il passaggio di consegne e la consegna delle chiavi. Da quel momento gli anziani del Centro di Via Giacomo Leopardi dovranno lasciare la loro sede e dividersi tra gli altri due Centri, quello di Borgo Hermada e del Centro Storico Alto, anche se appare improbabile dal punto di vista logistico una sistemazione adeguata. Anche perché è pura utopia pensare ad una nuova sede nel giro di pochi giorni.

roberta tintari

L’ex Assessore ai Servizi Sociali, Roberta Tintari

Una situazione imbarazzante con gli anziani che non ne vogliono sapere di lasciare la loro sede nonostante il provvedimento del Commissario Ocello. E mentre i sindacati sono pronti ad attuare delle iniziative dopo aver valutato ogni dettaglio, c’è da registrare l’intervento dell’ex Assessore ai Servizi Sociali Roberta Tintari. Quest’ultima ricorda come la Giunta Procaccini si determinò nel concedere i locali di Villa Tomassini come sede del Centro Anziani che avrebbero provveduto anche alla piccola manutenzione e la cura del parco cittadino.

La condizione necessaria era lo spostamento degli uffici comunali presenti presso la palazzina realizzata al Calcatore oppure presso il palazzo del Tribunale. L’invito alla dott.ssa Ocello e alla direttrice dell’Azienda Speciale dott.ssa Amici, è quello di prendere in considerazione entrambe le soluzioni prospettate.

Share this post