Centro per l’impiego di Terracina, l’annuncio della giunta: presto l’istituzione


La giunta comunale di Terracina ha oggi deliberato la ricostituzione del Centro per l’Impiego di Terracina. Dopo aver registrato la disponibilità della Regione Lazio per il tramite dell’assessore regionale al Lavoro Claudio Di Berardino, è stato approvato il contratto di comodato d’uso della palazzina del Parco Chezzi, i cui locali saranno destinati in larga parte ad ospitare i nuovi uffici del Centro per l’Impiego. L’assessore alle Politiche del Lavoro Danilo Zomparelli sottolinea che “si tratta di una gran bella notizia perchè Terracina recupera, dopo anni, un servizio essenziale per la popolazione cittadina e quella del comprensorio, oltre ad una sua centralità nella vita economica e sociale della provincia. Desidero ringraziare l’assessore della Regione Claudio Di Berardino per aver compreso subito l’importanza del provvedimento per tutto questo territorio e aver sostenuto con convinzione il progetto, favorendo una sinergia istituzionale che va a beneficio dei cittadini e del mondo produttivo. Il fatto di essere giunti ora ad ottenere il risultato, dopo circa un anno di impegno, è un segnale particolarmente significativo visto il momento di grave emergenza economica ed occupazionale che anche la nostra città sta vivendo per il drammatico effetto dell’epidemia da Covid-19. Poter contare su un presidio sociale così importante, capace di poter erogare tutti i servizi propri di un Centro per l’Impiego e di rappresentare il luogo di incontro della domanda e dell’offerta di lavoro, ci conforta e aiuta nella gestione del momento particolarmente difficile”.

Anche l’assessore al Trasporto Pubblico Locale Emanuela Zappone si è adoperata in prima persona e ci tiene a ricordare la genesi di questa iniziativa: “Riportare dopo diversi anni il Centro per l’Impiego a Terracina nell’interezza dei suoi servizi era un’idea che l’Amministrazione aveva in animo da tempo. L’occasione è stata fornita lo scorso anno quando è stato presentato il protocollo regionale per il contrasto al caporalato, progetto di cui il nostro era Comune capofila e incardinato sui Centri per l’Impiego e il trasporto pubblico. Spiegammo all’assessore Di Berardino che Terracina era dotata solo di uno sportello distaccato con servizi limitati, una condizione di notevole disagio rispetto ad un territorio vasto e popoloso, fortemente caratterizzato dal lavoro agricolo con tutte le peculiarità ed esigenze che lo caratterizzano. L’assessore Di Berardino, che ringrazio insieme al suo staff, comprese subito l’esigenza e, da quel momento, si è messo a disposizione. Abbiamo compiuto tutti i vari passaggi, a cominciare dalla disponibilità dell’immobile del Parco Chezzi, ritenuto idoneo dalla Regione per ospitare gli uffici del Centro per l’Impiego. Ora abbiamo effettuato i lavori di adeguamento dei locali e resta solo da sottoscrivere il contratto di comodato con la Regione che abbiamo approvato oggi ed espletare le ultime formalità. Prestissimo le aziende e i cittadini in cerca di occupazione potranno contare su servizi completi in città in grado di sbrigare tutte le pratiche necessarie, favorire lo sviluppo economico e sostenere gli interventi sociali. Come Amministrazione siamo molto soddisfatti di aver raggiunto questo obiettivo”.

Share this post