Che caos con i CAS


Mauro Fiorini Romano, neo coordinatore cittadino di Noi con Salvini, interviene sulla gestione dei CAS: “Come temevamo, i nodi stanno venendo al pettine: nonostante quello che il Sindaco, Nicola Procaccini, va ripetendo come un mantra, la famosa “clausola di salvaguardia” per l’adesione al progetto S.P.R.A.R. conta quanto “il due di spade quando regna bastoni”.
Abbiamo registrato la presenza di un nuovo insediamento di “sedicenti profughi” in via Anxur, civico 45, sistemati in una villetta a schiera, in prossimità di una scuola per l’infanzia (istituto IC Maria Montessori) sicuramente gestiti tramite il cosiddetto C.A.S (centro accoglienza straordinario).
Ora ci attendiamo dal primo cittadino una presa di posizione pubblica e forte di contrasto a questa situazione di promesse disattese da parte della prefettura. Ci permettiamo di suggerirgliene una, sicuramente nelle sue prerogative: inviare assiduamente la polizia locale per controllare che siano rispettati, dalla cooperativa che gestisce questi “ospiti”, i termini del bando prefettizio. A puro titolo di esempio, il rispetto delle quantità e qualità del cibo previsto.
Si deve fare in modo che le cooperative che intendono lucrare in questo “business” capiscano chiaramente che a Terracina “non è aria”.
Per quel che ci riguarda, il movimento Noi con Salvini di Terracina non abbasserà la guardia e continuerà a lottare per i Terracinesi.”

Share this post