Cinque stelle: “A Terracina tutto tace”


Il Movimento Cinque stelle interviene sulle questioni di palazzo che a pare non appassionano più come qualche mese fa.

“Ora è tutto tranquillo: c’è silenzio, il cinguettio degli uccelli, il rumore delle paranze al tramonto. I “Cantieri” sono chiusi ; i “Point” non ricevono più nessuno; le “Hall” degli Alberghi non trasmettono più musica nazional popolare con radici fondane.

La macchina della propaganda è quasi totalmente spenta, ora le priorità sono altre. L’aria che si respira è idilliaca, niente più risse in piazza tra procacciniani e corradiniani. E cosa stia realmente accadendo nelle stanze dei bottoni nessuno lo può sapere.

Quello che percepiamo è un gran fermento sui soliti argomenti, infatti iniziano da una parte a girare voci su nuove destinazioni di beni storici, artistici e archeologici e dall’altra a fioccare nuove delibere di richieste di finanziamento e bandi pubblici sulla gestione di alcuni di questi.

Come nel caso di Palazzo Braschi, su cui iniziano a circolare rumors su possibili destinazioni ad una sedicente onlus vestita da istituto nautico. Ricordiamo bene che le passate amministrazioni hanno tentato più volte di regalare questo bene di inestimabile valore, come se i nostri amministratori non sapessero cosa farne (vedi il tentativo di assegnazione alla Fondazione Cesaretti prima e ad altri privati poi).

E’ notizia dell’ultim’ora che la destinazione finale di questo “istituto nautico” sarebbe indirizzato verso la Torre degli Acso …. Ma la Torre non doveva essere la “casa della cultura”? Ci troveremmo dunque di fronte ad un utilizzo per il solito carrozzone spillaquattrini pubblici?

Nessuno poi si è accorto del bando per la gestione del tempio di Giove, bando a nostro avviso non legittimo, in quanto la gestione dovrebbe essere a carico dell’Ente Parco Monti Ausoni e Lago di Fondi e non del Comune di Terracina come confermato dall’amministrazione regionale. Ma il comune continua a disattendere quelle che sono le disposizioni legislative col rischio di contenziosi da parte di possibili ditte interessate legittimamente alla gestione.

A quanto pare però si sono accorti in molti dell’arrivo dei migranti, notizia questa che ha risvegliato un po’ tutti i politici. E’ questo il vero argomento di discussione nei bar e nei circoli culturali. E’ un argomento che fa comodo a tutti. Alle opposizioni di destra che si batteranno per rimandarli a casa, e a quelle di sinistra che invece li accoglieranno a braccia aperte. Anche alle forze di maggioranza fanno molto comodo… Il programma SPRAR a cui l’amministrazione ha dichiarato di voler aderire dà l’accesso una serie di finanziamenti da gestire, che non fanno mai male.

E intanto dai comuni vicini arriva qualche notizia che forse fa tremare anche i piani alti della nostra amministrazione comunale… la vecchia politica è in pieno declino.

Stay tuned!”

Share this post