Comportamenti aggressivi mentre è ai domiciliari, fermato


Gli agenti del commissariato di polizia di Terracina nella giornata di venerdì 18 maggio hanno eseguito la misura della custodia cautelare in carcere a carico di un 27enne del posto. Lo stesso era stato tratto in arresto lo scorso 10 aprile in quanto colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso con un soggetto di Roma. I due nella circostanza furono trovati in possesso di oltre 3 Kg di hashish e quasi 2 etti di cocaina e dopo il rito di convalida sottoposti entrambi agli arresti domiciliari. Il ragazzo, che stava espiando la misura cautelare presso la propria abitazione, in pochi giorni si è reso responsabile della reiterata violazione delle prescrizioni imposte e di gravi fatti costituenti reato.

«Più volte – scrive in una nota la questura – la squadra Volante della polizia è dovuta intervenire a causa dei comportamenti aggressivi di cui si è reso responsabile sia verso i familiari conviventi che nei confronti di altri condomini. Non sono mancate le minacce e il lancio di oggetti dalla finestra che hanno preoccupato l’intero isolato. Lo stesso si rendeva altresì protagonista di gesti provocatori tra i quali il tentativo di danneggiare le tubature del gas. I gravi fatti venivano documentati dagli agenti e, compendiati dai dovuti riscontri, confluivano nella relativa richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata al Tribunale di Roma. Il 27enne, quindi, è finito in carcere.

Share this post