Concerto dell’Anxur quartet, successo per l’ensemble


 Il grande jazz classico e la musica alta in un connubio inedito ed esclusivo nello scenario suggestivo del Santuario Maria SS della Delibera a Terracina sabato sera. Un evento unico nel suo genere quello di sabato sera organizzato dall’Associazione Mozart Italia di Terracina grazie al supporto di “Polidori Servizi Funebri” che ha visto la chiesa gremita e una grande partecipazione di pubblico. Protagonista della serata l’Anxur Quartet, con il clarinetto del maestro Bruno Girolamo, presidente dell’AMI Mozart di Terracina, e poi ancora Federica Simonelli al pianoforte, Paolo Scandozza al contrabbasso e Sandro Palmacci alle percussioni. Un approccio alla musica colta indubbiamente originale quello proposto, con un programma basato sul jazz classico e sulla contaminazione che ha spaziato dal Trovatore di Verdi, con il divertimento sui temi, a Grgin, con il “concertino” che ha entusiasmato il pubblico, minuti intensi di puro divertimento per una sinfonia jazzata dal ritmo folcloristico tipicamente balcanico. E poi ancora la “Meditazione” di Jules Massenet, che fa parte dell’opera lirica Thaïs, la “Contradanza” di D’Riversa fino al “Blues” di Geshwin e Gualdi. Passando per un omaggio sentito a Maria SS della Delibera, che ha permesso il concerto grazie all’ospitalità dei frati, con l’intensa e toccante Ave Maria di Caccini. Una grande serata di cultura, questa dell’Associazione Mozart Italia di Terracina, che prosegue nel suo progetto di portare l’arte al servizio della comunità. 

Share this post