Concorso dei Vigili Urbani. Il Sindaco vorrebbe annullarlo ma alcuni vincitori hanno pronto il ricorso


Comunque vada sarà un pasticcio. La storia del concorso dei vigili urbani è sempre più grottesca. L’unico punto sul quale tutti concordano è che gli agenti della municipale servono a Terracina, ancor di più nel periodo estivo. Con questo intento si è svolto il concorso che ha portato a una graduatoria. Come dopo ogni concorso pubblico non sono mancate le polemiche. Questa volta però sembra che si vada oltre alle solite chiacchiere con il primo cittadino intenzionato a chiedere l’annullamento del concorso per vizi di forma durante lo svolgimento della prova. Almeno così riferiscono i ben informati e così riportano anche i quotidiani locali. A questo punto però a reclamare quanto acquisito sono i vincitori del concorso stesso che fine a prova contraria sono stati i più preparati. Che colpa ne hanno loro dei presunti errori durante la procedura di svolgimento?

Un esempio? All’esame di maturità vi capita la traccia che avete sperato e dopo aver preso il massimo dei voti vi comunicano che c’è stato un “problemino” e bisogna riniziare tutto da capo. Diciamo che qualcuno potrebbe reagire in modo pesante… Nel caso dei vigili la situazione è anche peggiore considerando che di mezzo c’é un posto di lavoro. Particolare da non trascurare in questo momento storico.

Alcuni dei vincitori sono già sul piede di guerra e faranno ricorso qualora i risultati dovessero essere annullati.

Nel caso la giustizia dovesse successivamente dare loro ragione il Comune dovrebbe corrispondere gli arretrati ai vincitori senza che questi abbiano prestato servizio. Per il momento semplici ipotesi. Di sicuro i vigili servono come il pane…e comunque vada il pasticcio è fatto.

Share this post