Contrasti nel Forum di Agenda 21, Legambiente esce di scena


Legambiente rompe col Forum di Agenda 21 e annuncia l’uscita dal gruppo di lavoro. Lo ha già comunicato al sindaco Nicola Procaccini e al presidente del Consiglio comunale Gianfranco Sciscione. Con una lettera, l’associazione ambientalista chiede l’apertura di un processo di rinnovamento. Fin dalla sua costituzione due anni fa, il circolo “Pisco Montano” ha collaborato fattivamente nell’ambito delle azioni di Agenda 21. Nei mesi sono state fatte proposte, presentati spunti. Si è cercato di intervenire su diversi aspetti. Tra questi – ricorda Legambiente – l’aggiornamento del piano di azione ambiente del Forum e l’introduzione di un sistema di indicatori per il monitoraggio della qualità ambientale.

Tra le altre proposte, anche l’aggiornamento del regolamento del funzionamento di Agenda 21, secondo Legambiente carente su molti punti. «Le proposte della nostra associazione – scrive Legambiente – purtroppo non sono state accolte dalla presidenza del Forum e si continua ad evitare accuratamente ogni occasione di confronto e dibattito interno. Arrivando addirittura a chiedere, in modo incomprensibile e arrogante, e in violazione del Regolamento approvato dal Consiglio Comunale, che il Forum si privi, solo per aver legittimamente posto questioni rilevanti e pertinenti per il suo funzionamento e i suoi obiettivi, di uno dei migliori curricula professionali e profili tecnico scientifici presenti in Città e generosamente messo a disposizione del Forum, come quello del nostro Responsabile Scientifico e Vicepresidente Ing. Gabriele Subiaco, del quale sono state chieste inopinatamente le dimissioni da Coordinatore del Tavolo Ambiente».

La presidente del Circolo Anna Giannetti ha quindi deciso di ritirare Legambiente dal Forum. Si ribadisce la necessità di un «processo di cambiamento complesso per il cui successo riteniamo che sia francamente indispensabile l’apporto di un Circolo Legambiente locale competente ed attivo come il nostro, le cui iniziative e i cui contenuti andrebbero valorizzati e messi a fattor comune per la crescita civile, culturale ed anche economica della Città, invece di essere ignorati o peggio allontanati arbitrariamente e fuori dal Regolamento, dal Forum, solo per essere una voce “fuori dal coro”».

 

Share this post