Coronavirus, Zicchieri (Lega): «Sveglia Governo-Ue altrimenti aiuti inefficaci»


”Il governo si attivi immediatamente con l’Europa affinché le misure del maxi decreto, in particolare gli articoli 48 e 55, non siano sterilizzate a discapito del sistema imprenditoriale italiano”. Lo chiede il vicecapogruppo della Lega alla Camera dei deputati e il coordinatore regionale del Lazio Francesco Zicchieri, che accende i riflettori sulla bozza del maxi decreto e invita il governo ad appellarsi all’articolo 107 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (Tfeu).
”I benefici derivanti dall’applicazione degli articoli 48 e 55 del maxi decreto sarebbero disinnescati per le micro, piccole e medie imprese – argomenta Zicchieri – in quanto gli aiuti ricadrebbero nell’ambito dei regolamenti attualmente applicati ai fini della concessione del Fondo di garanzia, il Regolamento di esenzione 651/2014 e il Regolamento ‘de minimis’ che individua gli aiuti di piccola entità alle imprese senza violare le norme sulla concorrenza. Occorre intervenire subito per aumentare la portata dei benefici a vantaggio delle pmi in un momento di straordinario bisogno per il tessuto produttivo nazionale, altrimenti si rischierebbe di rendere meno efficace l’azione anticiclica del Fondo di garanzia. Il che rappresenta uno straordinario e immediato strumento di politica economica a sostegno delle micro, piccole e medie imprese”, conclude Zicchieri.

Share this post