Corradini: “Terracina deve cambiare. Votate senza ascoltare gli slogan”


“La campagna elettorale volge al termine. Da lunedì saremo tutti più sereni. Io a dire il vero lo sono sempre stato, forse fin troppo. La serenità scaturisce che qualsiasi sia il responso dell’urna avrò comunque l’affetto della mia famiglia, la responsabilità dal mio lavoro e la gioia di aver conosciuto tante belle persone che ho incontrato durante questi mesi. E sono state proprio loro a implorarmi di fare qualcosa in più per il bene di Terracina. Le problematiche irrisolte purtroppo sono tante e sotto gli occhi di tutti: nessuno le può cancellare a parole, ci vorrebbero i fatti per cambiare questa storia. C’è stata una faccia della campagna elettorale che non mi è piaciuta: quella degli insulti e delle querele. É stata attaccata la mia famiglia, il mio lavoro, i miei candidati. E poi ancora sono stato addidato di essere schiavo di padrini (5 anni fa era diverso?), il mio partito (un tempo molto vicino ad altri), gli indiani (considerati malviventi), i terracinesi che abitano in periferia, il programma. Ma mai mi è passato per la testa di fare la vittima, non è nel mio stile, non è nello stile degli uomini che vogliono combattere, che venendo dal basso odiano la casta, il malaffare e la cattiva amministrazione.

Non abbasserò la testa,non lo farò mai per il bene della città. Questa è l’unica promessa che sento di fare. Alzerò anche i toni e combatterò con tutte le mie forze per far riaprire la stazione ferroviaria, per il Tribunale, per il centro per l’impiego, per la caserma dei vigili del fuoco, per il Palazzetto, combatterò le raccomandazioni politiche, gli appalti oscuri.

Sì state pensando che in questi anni abbiamo perso tanti servizi e visto cose poco limpide. Da primo cittadino non scaricherò le colpe sulla Regione o sui padrini altrui, se le cose non miglioreranno le responsabilità ricadranmo solo sulla mia amministrazione.
Un’ultima cosa: osservate la nostra Terracina, lasciate da parte gli insulti e gli slogan e decidete…votate in maniera serena, libera. Terracina deve cambiare. #TerracinaPrimaDiTutto

Share this post