Criticità dell’ospedale Fiorini, il tour del Partito democratico


Rappresentanti del Partito democratico in visita all’ospedale “Fiorini” di Terracina. Il segretario provinciale Claudio Moscardelli, accompagnato dal delegato comunale Daniele Cervelloni e dal consigliere regionale Salvatore La Penna, ha effettuato un tour nella struttura sanitaria. «Terracina è essenziale – fanno sapere – per il presidio centro e per la rete ospedaliera superstite, dopo i tagli insensati del decreto del settembre 2010 con cui il centrodestra chiuse 24 strutture ospedaliere nelle province del Lazio di cui ben 4 in provincia di Latina (Sezze, Priverno, Minturno e Gaeta). Occorre però rafforzare la funzione di Terracina a cui assegnare una mission più delineata. Grazie alla disponibilità generosa di medici e di infermieri è stato assicurato il servizio ai cittadini pur tra mille difficoltà». Personale, stabilizzazioni, pensionamenti, strutture e strumentazioni: i problemi sono noti. «Gli ospedali di Terracina e Fondi – fa sapere Cervelloni – componenti il c.d. “presidio centro” della sanità pontina, svolgono un ruolo “fondamentale e centrale” per l’organizzazione sanitaria pontina.

In particolare, l'”Alfredo Fiorini” di Terracina, ricopre un ruolo sanitario cardine per un territorio vasto ed altamente recettivo soprattutto nel periodo estivo dove, alla presenza dei cittadini residenti o comunque provenienti dai comuni limitrofi, si va ad aggiungere quella di numerosi turisti che affollano le nostre spiagge. Insieme al Segretario provinciale, Claudio Moscardelli, al Consigliere regionale, Salvatore La Penna e alla Consigliera Valentina Berti, abbiamo dedicato una mattinata di visita alla struttura e di ascolto del personale in essa operante. Dopo anni passati a risanare i conti della sanità laziale a seguito delle cattive gestioni del passato, l’impegno del PD è quello di lavorare con maggiore vigore affinché la Giunta Zingaretti continui il percorso virtuoso intrapreso garantendo ulteriori investimenti necessari a migliorare l’efficienza strutturale, organizzativa e funzionale del nostro Ospedale».

Share this post