Crollo sulla Pontina, Simeone (Fi): «La Regione si assuma le responsabilità»


Sul crollo avvenuto domenica mattina al chilometro 97, nei pressi di San Vito, e per cui sono ancora in corso le ricerche di una persona dispersa, si è acceso il dibattito politico. Il consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone ha chiesto che si metta mano il prima possibile alla situazione. «Siamo di fronte ad una vera e propria tragedia» ha affermato. «Un uomo risulta disperso. E questo non è altro, purtroppo, che il frutto di una manutenzione ordinaria e straordinaria mai effettuata, di monitoraggi sul rischio idrogeologico mai compiuti. La Pontina non è più, da tempo, una strada adeguata a supportare il flusso di traffico, soprattutto di mezzi pesanti, che ogni giorno la contraddistingue. In questo contesto, di fronte a questi eventi, la realizzazione della Roma – Latina è ancora più indispensabile. Mi auguro che l’uomo disperso sia ritrovato al più presto e soprattutto che sia vivo. Continueremo a seguire quanto sta accadendo vicini alle nostre comunità e continueremo a batterci affinché la Regione si assuma la responsabilità di intervenire per risolvere le tante criticità che la rete infrastrutturale del Lazio ha a causa di anni di assoluta inerzia». C’è comunque da precisare che, per quanto tempestivo sia stato l’intervento del consigliere azzurro, le sue richieste sono per una Roma-Latina che migliorerebbe sì le condizioni generali del traffico. Ma quanto al tratto franato non avrebbe nulla a che vedere in quanto il progetto dell’autostrada si fermerebbe, appunto, a Latina.

Share this post