Cultura dell’ambiente, la carica dei mille studenti col Parco Ausoni


L’attenzione e l’entusiasmo di circa un migliaio di ragazze e ragazzi che hanno partecipato alle attività di educazione ambientale e al territorio organizzate dall’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi per le scuole e che giungono a termine in questo mese di maggio. Stanno concludendosi in questi giorni di maggio le attività dei vari progetti di educazione ambientale e al territorio organizzati dall’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, elaborati dal personale dell’area Promozione e Comunicazione e dai Guardiaparco nell’ambito del programma Gens 2.0 della Direzione Regionale Capitale naturale, Parchi e Aree Protette, proposti alle scuole dall’Ente Parco per l’anno scolastico 2017-2018.
Sono circa un migliaio le ragazze e i ragazzi che sono stati coinvolti nelle attività, in classe e sul territorio, alunni di oltre sessanta classi di scuola primaria e secondaria di I grado di diversi istituti scolastici del comprensorio su cui opera l’Ente Parco.Le tematiche delle attività, proposte a titolo gratuito alle scuole che hanno partecipato, sono state: “Cerca la natura”, “Il Parco e l’acqua”, “Itinerario naturalistico”, “Alla scoperta degli ecosistemi”, “Piccole guide di natura e cultura”, “Il Parco in tutti in sensi”.Il programma strategico regionale di educazione ambientale Gens, operativamente avviato nel 2000 dall’Agenzia Regionale per i Parchi del Lazio e giunto attualmente alla versione 2.0, è un programma istituzionale che mette a disposizione dei cittadini e, in particolare, del mondo della scuola, le aree protette come straordinaria risorsa educativa, viva e reale, con propri valori naturali, tradizioni, saperi e valori culturali della gente della Regione Lazio.

L’Ente Parco gestisce e si occupa di tre aree protette: il Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi con territorio di undici comuni, Amaseno, Castro dei Volsci, Collepardo, Fondi, Lenola, Monte San Biagio, Pastena, Roccasecca dei Volsci, Sonnino, Terracina e Vallecorsa; la Riserva Naturale Antiche Città di Fregellae e Fabrateria Nova e Lago di San Giovanni Incarico con territorio di quattro comuni, Arce, Ceprano, Falvaterra e San Giovanni Incarico; la Riserva Naturale Lago di Canterno con territorio di cinque comuni, Ferentino, Fiuggi, Fumone, Torre Cajetani e Trivigliano. Un comprensorio esteso, articolato e vario che, nelle province di Frosinone e Latina, si snoda dalla costa tirrenica e dai Monti Ausoni sino al preappenino dei Monti Ernici.“Attraverso anche queste attività di educazione ambientale rivolte a ragazze e ragazzi – dichiara il Presidente dell’Ente Parco, Bruno Marucci – si vuole coinvolgere sempre più e meglio i cittadini dei Comuni delle aree protette, a partire dal mondo della scuola, gli insegnanti, gli alunni e le loro famiglie, in modo da far sì che diventino sempre più e meglio soggetti attivi e partecipi delle responsabilità delle scelte sul territorio”.

Share this post