Deferite le due Rom sorprese davanti alla Giovanni Paolo II


Sono cascate nella rete della Polizia due giovani Rom sorprese questa mattina presso l’area antistante la Scuola materna ed elementare “Giovanni paolo II” di Terracina, la cui presenza era stata segnalata da alcuni genitori. Anche martedì due Rom, del tutto simili a quelle fermate oggi, si erano introdotte all’interno dell’area della stessa Scuola. In quella occasione era stato il dirigente scolastico Giuseppina Di Cretico ad allontanarle dopo che le stesse non avevano dato nessuna spiegazione circa la loro presenza. Oggi la storia si è ripetuta, ma le due giovani Rom di 16 e 19 anni sono state bloccate da un equipaggio del Commissariato, predisposto appositamente in abiti civili e composto anche da operatori di Polizia di sesso femminile, allertato dai genitori che le hanno sorprese poco prima mentre scavalcavano la recinzione della Scuola. Una di esse è stata trovata in possesso di un cacciavite.

Giuseppina Di Cretico(dirigente I.C.Milani)

Giuseppina Di Cretico (dirigente I.C.Milani)

Le due giovani Rom, provenienti da un Campo nomadi della Regione Lazio, hanno dei precedenti per furti in appartamento e porto di oggetti atti ad offendere. Nei pressi della Scuola è stata inoltre rinvenuta un’autovettura sulla quale si stanno effettuando ulteriori accertamenti. Entrambe sono state deferite in stato di libertà. La maggiorenne è stata rimpatriata e munita di foglio di via obbligatorio da Terracina, mentre per la 16enne si è provveduto a collocarla in una struttura per minorenni.

Share this post